/ Altri sport

Altri sport | 17 ottobre 2019, 10:02

Itinera Cus Ad Maiora Rugby 1951: presentate la Maschile e la Femminile di serie A

Tante le novità per la nuova annata, a partire dalla Seniores Femminile che quest’anno è stata inserita nel girone più prestigioso della massima categoria, il Girone Élite, dove sono presenti le migliori squadre italiane. Nuova stagione e nuovi obiettivi stimolanti anche per la Maschile

Itinera Cus Ad Maiora Rugby 1951: presentate la Maschile e la Femminile di serie A

E' stata presentata ieri mattina, presso il Museo della Radio e della Televisione RAI di via Verdi 16, le rose e lo staff della squadra maschile e femminile dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951, entrambe impegnate nel campionato di serie A.  

Tante le novità per la nuova annata, a partire dalla Seniores Femminile che quest’anno è stata inserita nel girone più prestigioso della massima categoria, il Girone Élite, dove sono presenti le migliori squadre italiane.
Nuova stagione e nuovi obiettivi stimolanti anche per la Maschile. In vista di quest’anno, il terzo consecutivo in serie A, i ragazzi di coach Lucas D’Angelo, dopo aver chiuso al quinto posto lo scorso campionato, si sono posti l’obiettivo di migliorare il risultato della passata annata e di continuare a crescere anche grazie a una rosa forte, giovane e ricca di motivazioni. Anche per questa stagione la squadra, come l’intera sezione rugby, continuerà a essere sostenuta dal main sponsor Itinera Spa, azienda fondata nel 1938, e dagli anni '60 entrata a fare parte del Gruppo Gavio, impegnata in Italia e nel mondo nella realizzazione di grandi progetti infrastrutturali e di edilizia civile.
Questa mattina, poi, è stata posta attenzione anche alla serie C1 cadetta e al settore giovanile cussino che è in continuo sviluppo e che da quest’anno potrà contare anche su un settore giovanile femminile (Under 14, 16 e 18).

Venendo alla conferenza, sono intervenuti al tavolo dei relatori il Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese, Riccardo D’Elicio, il Direttore Centro Produzione RAI, Guido Rossi, e il Sindaco del Comune di Grugliasco, Roberto Montà.

Il primo a prendere la parola è stato proprio il Presidente cussino: “Ringrazio il dott. Guido Rossi per l’opportunità che ci ha concesso e per la sua presenza questa mattina. Questa location mi emoziona sempre molto perché la RAI è la casa di tutti noi. Guido Rossi ha fatto la storia qui e per noi è motivo di grande orgoglio. Il rugby è lo sport per eccellenza e questa sezione ci regala soddisfazioni da tanti anni. Dietro queste squadre c’è un movimento di oltre 500 atleti. Stiamo cercando di creare le condizioni ideali per crescere ancora. Stiamo investendo tanto su questa disciplina sportiva e a Grugliasco, nei prossimi anni, nascerà un campus universitario da 14mila studenti e il rugby sarà sicuramente presente. Ringrazio anche l’associazione “Amici nel rugby” per la loro presenza quest’oggi che, per noi, è sempre molto gradita. Non dimentichiamoci mai dell’importanza che ha lo sport nella vita dei ragazzi, ma ricordiamoci anche che senza una buona istruzione universitaria non si possono costruire le basi per un futuro di rilievo. Il Centro Universitario Sportivo torinese è da sempre attento a questo aspetto e il Progetto AGON ne è la dimostrazione. Ci ha reso importanti in Italia e all’estero e molti ragazzi, oggi, scelgono la nostra realtà perché offre una grandissima opportunità sia in ambito sportivo sia in ambito scolastico. Buon campionato a tutti!”

A prendere la parola è stato, poi, Guido Rossi, Direttore del Centro Produzione RAI: “Permettere ai cittadini di conoscere questo luogo, magico, quale è il Museo della Radio e della Televisione non può fare altro che rendermi soddisfatto. Sono molto felice di essere qui perchè sono un grande amante del rugby che, per me, non è solo uno sport, ma una scuola di vita. Di conseguenza sono fiero di essere riuscito a ospitare le due squadre di serie A, femminile e maschile, del CUS Ad Maiora Rugby. Auguro un buon campionato a tutti anche io, ricco di soddisfazioni".

Poi è stato il turno di Roberto Montà, Sindaco del Comune di Grugliasco: “Grazie per l’invito, sono felice di essere qui. La location scelta per la conferenza stampa mi ha sorpreso molto. Tutti i ragazzi presenti oggi rappresentano un’eccellenza. Lo sport non è soltanto agonismo, ma divertimento e soprattutto educazione. Siete un grandissimo esempio di sportività perché il rugby è una disciplina sportiva nobile. Il Campus che verrà creato dovrà essere un punto di riferimento sotto questo aspetto. Nei prossimi anni, accompagnando e sostenendo i vostri sforzi sportivi, l’impegno sarà quello di creare contesti per fare in modo che sempre più persone si possano avvicinare al rugby. Faccio un grande in bocca al lupo a tutti gli atleti per questa nuova ed entusiasmante stagione sportiva".

Al termine degli interventi istituzionali c’è stato spazio anche per altre dichiarazioni.

La parola è passata a Marco Pastore, responsabile della sezione CUS Ad Maiora Rugby: “Ringrazio tutti gli sponsor che ci aiutano a mantenere in piedi una realtà di eccellenza quale è questa. I giocatori di serie A rappresentano la punta della piramide della nostra società e un esempio per tutte le categorie minori che puntano, un domani, a prendere il posto dei loro idoli. Ringrazio, chiaramente, anche la RAI per l’ospitalità e soprattutto il Comune di Grugliasco che ha preso a cuore la sorte dell’impianto e con cui stiamo progettando importanti interventi di miglioramento. Lo sport insegna a organizzare il proprio tempo e come sezione, da quest’anno, avvieremo un progetto che permetterà ai ragazzi delle superiori di poter studiare al campo prima degli allenamenti e di essere seguiti dai ragazzi della Prima Squadra che fungeranno da veri e propri tutor scolastici".

Poi è stato il turno di Pietro Salino, neo-allenatore della Seniores Femminile: “Ringrazio il Centro Universitario Sportivo torinese per l’opportunità che mi ha dato. Allenare queste ragazze per me è motivo di orgoglio. Il CUS è una grande famiglia e ho avuto questa sensazione sin da subito. Sono felice di fare parte di questo progetto".

A chiudere gli interventi è stato Lucas D’Angelo, l’head coach della Prima Squadra maschile: “Come direttore tecnico devo dire che sono molto soddisfatto. Il nostro settore giovanile è di altissimo livello perché i nostri ragazzi vengono formati con lo stesso sistema di allenamento sin dall’Under 14. Ringrazio tutti coloro che ogni giorno si impegnano per fare in modo che tutto ciò sia possibile. Venendo alla serie A, questo sarà il nostro terzo anno in questa categoria. Domenica esordiremo ad Alghero, un campo ostico, ma siamo pronti e sono sicuro che giocheremo un match di altissimo livello. Il campionato sarà molto complicato, ma con un’unione d’intenti come la nostra non avremo problemi di alcun tipo. L’obiettivo sarà quello di cercare di migliorare il risultato della passata stagione".

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium