/ Altri sport

Altri sport | 17 ottobre 2019, 09:00

La Federazione Ginnastica d'Italia ha festeggiato i suoi primi 150 anni con una giornata ricca di appuntamenti

Prima nella maestosa Sala Codici del Museo Nazionale del Risorgimento, poi in Piazza Vittorio Veneto, dove sono state allestite pedane e attrezzi, con i quali si sono esibiti i grandi atleti piemontesi

La Federazione Ginnastica d'Italia ha festeggiato i suoi primi 150 anni con una giornata ricca di appuntamenti

LA FEDERAZIONE GINNASTICA D’ITALIA FESTEGGIA I SUOI PRIMI 150 ANNI CON UNA GIORNATA RICCA DI APPUNTAMENTI TORINESI

Ieri, mercoledì 16 ottobre, la Federazione Ginnastica d’Italia e il Comitato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta, hanno festeggiato il 150° anniversario della fondazione della Federazione che, proprio in questi giorni celebra anche grandi vittorie e risultati di caratura mondiale ottenuti nelle settimane scorse in occasioni delle grandi competizioni internazionali.

Un anniversario dal profondo valore storico e sociale, che celebra la nascita della federazione che ha dato vita al movimento sportivo italiano, nel 1869, mentre a Torino, si praticava la ginnastica già da venticinque anni con la società Reale Società Ginnastica di Torino.

I festeggiamenti si sono svolti in due momenti distinti della giornata: un primo appuntamento celebrativo e istituzionale si è tenuto in mattinata presso la maestosa Sala Codici del Museo Nazionale del Risorgimento di Torino, in presenza del presidente della Federazione Ginnastica d’Italia, Gherardo Tecchi, dell’Assessore Regionale allo Sport, Fabrizio Ricca, e di Chiara Appendino, Sindaca della Città di Torino.

Grande partecipazione è arrivata dalla Regione Piemonte che ha contribuito alla realizzazione di questi festeggiamenti, mostrando grande entusiasmo per queste celebrazioni storiche e per le attività pomeridiane in piazza. L’Assessore Ricca, che ha dato il via alla festa, ha infatti dichiarato:

“Uno dei primi discorsi che ho fatto quando sono diventato assessore regionale allo Sport era incentrato sul fatto che l’attività fisica, come ci dicono tutte le recenti ricerche mediche, sia un vero e proprio ‘farmaco naturale’ capace di limitare l’insorgere di malattie e preservare gli individui in buona salute” – afferma l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca -. “Per tutti noi questo è un dato di fatto facilmente spiegabile a chi ci ascolta ma non è sempre stato così. Quando nel 1869 sei società di ginnastica si ritrovarono a Venezia per fondare la prima Federazione Italia dedicata all’attività sportiva, venivano gettate delle lungimiranti basi che precedevano con più di cento anni quello che oggi diamo per assodato. Tra le sei società la più antica era proprio la Reale Società Ginnastica di Torino, nata nel 1844. Basterebbe questo per renderci orgogliosi, come piemontesi. Non è solo di passato, però, che vive la ginnastica ma anche di un presente fatto di centinaia di atleti che, con costanza e sacrifici personali, si allenano quotidianamente e portano a casa risultati eccellenti noti a tutti. Il mio augurio è che questi 150 anni, più che un punto di arrivo, possano essere un trampolino di lancio legato alla nostra Regione”.

Parole di grande emozione ed entusiasmo arrivano anche dalla sindaca Appendino, che ha elogiato il lavoro e i risultati di tutti gli atleti e le atlete presenti, nonché delle società e del Comitato, evidenziando l’importanza dei valori trasmessi dall’attività agonistica e dal faticoso ma appassionante lavoro svolte nelle palestre tutto l’anno. La Sindaca ha quindi rivolto, a nome della Città di Torino, a tutta la Federazione gli auguri per un proseguo di successi e di grandi soddisfazioni.

Calorosa accoglienza e grande festa per la presenza del Presidente FGI, Gherardo Tecchi che ha dichiarato “Sono molto orgoglioso di poter rappresentare questa meravigliosa Federazione che, non solo raggiunge un traguardo così importante, ma che continua a crescere e ad appassionare moltissimi ragazzi e ragazze in tutto il nostro Paese. Ringrazio per questa bella giornata di festa e per il lavoro che svolgono sul territorio tutto il Comitato Piemonte e Valle d’Aosta e il Presidente Angelo Buzio” . Il presidente ha quindi ricordato gli eccellenti risultati ottenuti nel corso di questi anni, frutto del grande talento degli atleti - ancora ricordati in tutto il mondo per le loro performance sportive-, ma anche del lavoro di tanti tecnici, società e addetti ai lavori. Inevitabile poi il riferimento alla Reale Società Ginnastica di Torino, che ha dato i natali al movimento sportivo italiano. L’augurio è che, grazie all’impegno e alla passione di tutti, questa Federazione e tutte le società possano avere lunga vita e grandi soddisfazioni sportive.

La mattinata è proseguita poi con la presentazione del libro celebrativo “Dalle radici al futuro” in presenza dell’autrice Ilaria Leccardi, per ripercorrere i momenti storici più emozionanti e segnanti della storia della Federazione e della ginnastica italiana, insieme ad atleti e dirigenti che hanno contributo a portare alto il nome di tutta la ginnastica piemontese nel panorama internazionale. Poi, ad impreziosire i festeggiamenti, una mostra fotografica di grande valore storico ed artistico, con immagini d'autore ed una selezione esclusiva dal repertorio federale.

Le celebrazioni istituzionali si sono concluse con le premiazioni degli atleti che, nell’ultimo quadriennio olimpico hanno vestito la maglia azzurra della Nazionale, e delle squadre distintesi nella massima serie dei campionati nazionali, come la Ginnastica Victoria Torino, la Società Ginnastica di Torino e la Forza e Virtù per la ginnastica artistica femminile, mentre per quella maschile la Libertas Ginnastica Vercelli e l’Eurogymnica Torino per la ritmica.

Un premio speciale, infine, è stato assegnato agli atleti olimpici piemontesi, Enrico Pozzo, Donatella Sacchi, Veronica Servente e Adriana Crisci e ai presidenti del Comitato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta che hanno ricoperto tale ruolo negli ultimi decenni.

Nel pomeriggio, invece, le celebrazioni si sono spostate in Piazza Vittorio Veneto, dove sono state allestite pedane e attrezzi, con i quali si sono esibiti i grandi atleti piemontesi e dove si è potuto provare le varie discipline, sotto l’attenta guida di professionisti e istruttori qualificati. Le pedane sono state aperte a tutti e a tutte le fasce d’età: infatti, oltre alle sezioni agonistiche, la Federazione promuove attività per tutti con i progetti di Ginnastica per Tutti e Salute e Fitness. Il Comitato Regionale e molte Associazioni affiliate - in collaborazione con i Comuni e le scuole - promuove corsi di attività motoria per gli alunni delle scuole elementari e medie, oltre che a promuovere attività per gli over 60.

Una federazione che racchiude in sé agonismo e spettacolo, con lo sguardo rivolto alla crescita fisica, culturale ed etica dei giovani ed al mantenimento di uno stato di buona salute delle persone anziane.

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium