/ Tennis

Che tempo fa

Cerca nel web

Tennis | 21 ottobre 2019, 11:00

Tennis: Beinasco pareggia in A1 femminile a Siena con una formazione d'emergenza

Sconfitta invece in A2 al Tennis Club Mestre

Tennis: Beinasco pareggia in A1 femminile a Siena con una formazione d'emergenza

Giornata difficile quella odierna in serie A1 (la seconda del girone) per l’US Tennis Beinasco che si è presentata a Siena in formazione largamente rimaneggiata. Assente per una decisione dell’ultima ora Giulia Gatto Monticone (andata in Francia per giocare l’80.000 $ ITF di Poitiers) la squadra capitanata da Nathalie Vierin ha dovuto fare a meno anche del suo vivaio più esperto, Federica Rossi, bloccata da un attacco influenzale.

Situazione dunque complicata che però le campionesse d’Italia in carica sono riuscite a gestire con maestria, grazie all’esperienza di una delle due sempre presenti, Anastasia Grymalska e alla tenacia di una new entry, la spagnola Alba Marin Carrillo. Dalla racchetta della Grymalska è arrivato il successo per 6-2 6-3 contro Federica Grazioso, più lottato di quanto lo score non dica; l’iberica, nata a Murcia nel 1996 ed attualmente numero 502 della classifica Wta, ha faticato nel primo set, vinto al tie-break contro Chiara De Vito, per 7 punti a 5, e all’inizio del secondo.

Poi ha trovato i giusti ritmi e portato il punto del 2-1 alla sua compagine al termine dei singolari, sullo score di 7-6 6-4 dopo un’ora e 46 minuti di gioco. Nulla da fare invece per Antonella Sofia Caldera che poco ha potuto contro l’ungherese Lilla Agnes Butka. La magiara ha chiuso le ostilità con un netto 6-0 6-2.

Nel doppio Caldera e Carrillo si sono confrontate con Butka e De Vito, uscendo sconfitte in due set (6-2 7-5). Domenica prossima altra trasferta in terra toscana, contro il CT Lucca, per le piemontesi che dovrebbero far esordire in campionato la torinese Giulia Gatto Monticone.

In serie A2, invece, è arrivata la sconfitta casalinga contro le capoclassfica del girone, le portacolori del TC Mestre. Il match che ha cambiato gli equilibri di giornata è stato il secondo singolare (per ordine di chiusura), che ha visto impegnate l’aostana Martina Caregaro per il Beinasco e la croata Mrdeza per le mestrine. Scontro molto fisico giocato fino al termine sul filo di lana. Prima frazione di marca croata, con Tereza Mrdeza a segno 6-2.

Nella seconda la giocatrice azzurra ha reagito in modo convinto e convincente operando il break per il 5-3 e tenendo, dopo aver annullato due palle per il contro-break, il servizio nel game successivo, per il 6-3 di sigillo. Nel terzo set Caregaro avanti di un break (2-1 e servizio) ripresa però dalla rivale che ha conquistato quattro giochi consecutivi volando 5-2. Martina Caregaro ha dato ancora un saggio di bravura risalendo 4-5 con il servizio a disposizione ma non è riuscita a riagganciare la croata che si è imposta 6-2 3-6 6-4.

In precedenza Reka Luca Jani aveva domato la resistenza dell’emergente mestrina Valentina Trevisan (buono il suo gioco in prospettiva) con un doppio 6-4. Nulla da fare per la giovane Emma Rizzetto, all’esordio in singolare in A2, contro la più esperta Julia Mayr. Mestrina a bersaglio per 6-1 6-0 e buon bagno di esperienza per la giovane del Beinasco. Il doppio ha visto la stessa Rizzetto affrontare in coppia con l’ungherese Jani il tandem avversario formato da Tereza Mrdeza e Valentina Trevisan. Sfortunata prova delle piemontesi che dopo un primo set in sordina sono tornate in auge arrendendosi solo al supertie-break per 10 punti a 6. Score finale si 3-1 in favore del TC Mestre.

M.B.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium