/ Calcio

Calcio | 22 ottobre 2019, 08:00

(VIDEO) IL CHIERI CONQUISTA CHIERI - Vetta a -1. Morgia: "Mentalità, entusiasmo, partecipazione"

Gran pubblico nel 3-1 al Ghivizzano e ottima prova corale

(VIDEO) IL CHIERI CONQUISTA CHIERI - Vetta a -1. Morgia: "Mentalità, entusiasmo, partecipazione"

SERIE D - CHIERI AI PIANI ALTI: LA CITTA' RISPONDE

CHIERI-GHIVIZZANO 3-1

ARBITRO: Lingamoorthy di Genova (Palla di Catania e Picciché di Trapani).

RETI: 31’ Melandri (C), st 6’ Lucatti su rig. (G), 24’ Johnson Yeboah (C), 46’ Della Valle (C).

CHIERI (4-3-3): Luppi, Ozara, Pautassi, Giacinti, Benedetto, Mosagna, Melandri (40’ st Della Valle), Cecchi, Barcellona (7’ st De Riggi; 18’ st Di Lorenzo), Varano (32’ st Conrotto), Johnson Yeboah (37’ st Bragadin).
A disp. Bertoglio, Barbero, Bellocchio, Di Sparti. All. Morgia.

GHIVIZZANO (4-4-2): Marino, Borgia, Dell’Orfanello, Benedetti, Brusacà, Canali, Fomov, Aprile, Lucatti, Marin, Solinas.
A disp. Signorini, Francescangeli, Papi, Nottoli, Viti, Adrovandi, Subbicini, Zadrima, Broccoli.
All. Fanani.

NOTE: ammoniti Cecchi, Canali, Giacinti, Borgia. Espulso al 32’ st Pautassi (C).

Entusiasmo e partecipazione: cercava proprio questo il Chieri di Morgia, che ritrova Chieri e il grande pubblico. Gli spalti si sono riempiti per il 3-1 al Ghivizzano, match che porta Yeboah e compagni a -1 dalla vetta (in Piemonte c'è anche un grande Fossano di Viassi che vola, appena un punto in meno per i blues). Nel Ghivizzano gioca l'attuale capocannoniere del girone A, Lucatti, stritolato da un'ottima difesa chierese. E così, oltre ai tre punti, Morgia porta a casa una grande prestazione corale.

CRONACA DEL MATCH (sito ufficiale)

Senza Casanova, Campagna e Bruni, Morgia ritrova Conrotto almeno per la panchina. Il tecnico, toscano d’adozione, conferma Mosagna al centro della difesa e dà nuovamente fiducia a Barcellona al centro dell’attacco, spostando Yeboah sull’out di destra. Per la corsia di destra invece Morgia s’inventa Ozara, un altro 2001 della cantera.
Il Ghivizzano cambia assetto rispetto al 3-5-2 d’ordinanza e scende in campo con 4-4-2 che nasconde neanche troppo il chiaro intento di bloccare sul nascere la verve degli azzurri.
In realtà è un monologo dei padroni di casa. Benedetto e Mosagna nascondono il pallone al capocannoniere del campionato Lucatti con autorità sorprendente; Cecchi detta i tempi con la solita perizia supportato dall’ennesima prestazione mostruosa di Giacinti; Varano usa il suo mancino come un bisturi, mentre Melandri fa capire di essere ispirato fin dalle prime battute. Merita una menzione a parte Yeboah che partendo da destra, specie nei primi 45’, è assolutamente incontenibile, con Barcellona puntero ideale per far salire la squadra e impensierire la coppia centrale avversaria.

Dopo tanta pressione e un possesso di palla schiacciante, al 31’ arriva la rete del meritato vantaggio ed è una perla. Ozara sradica il pallone ad un avversario e fa ripartire l’azione servendo Yeboah, che di prima imbecca Varano. Il numero 10 azzurro inventa un filtrante per “Micio” Melandri, abile a calciare in corsa di destro sul primo palo anticipando portiere e difensori. È il sesto gol in campionato, di cui cinque realizzate nelle ultime quattro gare.
Al 39’ Chieri vicinissimo al raddoppio. Melandri per Varano, che lancia in contropiede Yeboah: il ghanese mette la freccia e supera tutti ma si allunga la sfera e Marino riesce ad anticiparlo. Nonostante nel finale ci provi anche Pautassi il risultato non cambia.
Tanto dominio ma solo una rete di vantaggio. E così come nella più classiche delle beffe al 6’ della ripresa arriva il pareggio del Ghivizzano. La giacchetta nera punisce una trattenuta di Ozara e dal dischetto Lucatti non sbaglia (per lui nove centri in otto gare di questo girone A).
5’ dopo lo stesso centravanti dei toscani si divora il raddoppio nell’unica azione manovrata abbozzata dagli ospiti di tutta la gara. Al 18’ Morgia è costretto a ridisegnare la squadra per l’infortunio di De Riggi: dentro Di Lorenzo (mezzala al fianco di Cecchi) con Varano nel tridente e Yeboah che torna al centro.
Scampato il pericolo, il Chieri torna ad accelerare e al 24’ è di nuovo avanti. Cross col contagiri di Melandri e incornata vincente di Yeboah sul palo più lontano. 2-1.
Potrebbe essere un finale in discesa, ma al 32’ Pautassi si vede sventolare il cartellino rosso in faccia per una scivolata a metà campo. Morgia corre ai ripari e butta dentro prima Conrotto, poi Bragadin, al posto di un Yeboah che aveva dato tutto, e infine Della Valle. Giorgione disinnesca qualche pallone buttato nel mezzo e gli ultimi due confezionano il definitivo 3-1. Nel recupero Bragadin scappa sul filo del fuorigioco e serve a Della Valle un assist che non si può sbagliare. La gara termina con i cori, per Morgia e per la squadra, cantati dai giovani azzurri del Settore giovanile e della Scuola calcio.

MORGIA: "SI STA FORMANDO LA MENTALITA' GIUSTA"

 

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium