/ Altri sport

Altri sport | 24 ottobre 2019, 10:27

«È un progetto carente, con idee prese in prestito da altri»

L’Amministrazione risponde alle Giacche Verdi sulla vicenda della Scuola di Cavalleria e apre a un incontro che si preannuncia acceso

«È un progetto carente, con idee prese in prestito da altri»

C’è aria di resa dei conti tra la Giunta di Pinerolo e l’associazione le Giacche Verdi per la questione della Scuola di Cavalleria di Abbadia Alpina. Il sindaco organizzerà un incontro, come richiesto dalle Giacche Verdi, ma l’Amministrazione è uscita con un duro comunicato che risponde alla loro lettera.

Un passo indietro per comprendere la questione. Dopo una primo step di domande incomplete, per gestire la Scuola di Abbadia, tra i 4 contendenti, solo le Giacche Verdi hanno presentato una proposta integrativa, giudicata però irricevibile.

A innescare la miccia delle polemiche è stata un’anticipazione dell’assessore Christian Bächstädt alla stampa, prima che fosse comunicato l’esito dagli uffici, una mossa contestata fortemente dall’associazione all’interno di una lettera.

L’Amministrazione del M5S ribatte: «La polemica sull’assessore Bächstädt si commenta da sé» e incalza, accusando le Giacche Verdi di aver millantato «come una propria proposta l'intenzione di collaborare con la Facoltà di Veterinaria, perché sono anni che parliamo con la Facoltà di Veterinaria per costruire un progetto su Pinerolo».

Infine la stoccata: «Per gestire la Scuola Federale di Cavalleria di Abbadia non è sufficiente avere buone idee, nella fattispecie prese in prestito da altri, ma occorre prendersi una bella dose di rischio imprenditoriale, presentare adeguate garanzie bancarie sugli investimenti proposti, presentare un business plan asseverato», precisando come «la proposta non è neanche arrivata in Giunta, che non si è espressa sulla bontà del progetto, poiché precedentemente bloccato dagli uffici. Evidentemente la proposta era carente sotto molteplici aspetti».

Nel frattempo l’associazione ha richiesto l’accesso agli atti della Scuola di Cavalleria: «Vogliamo capire diverse cose, come, per esempio, siano stati spesi i 50mila euro per realizzare 9 box che presentano dei problemi».

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium