/ Juve

Che tempo fa

Cerca nel web

Juve | 30 ottobre 2019, 08:00

La Juve ospita il Genoa per tornare a vincere, Sarri: "Abbiamo buoni margini di miglioramento e potenziale da esprimere"

Alle 21.00 allo Stadium il match con il Grifone di Thiago Motta: in attacco riecco Cristiano Ronaldo, in difesa possibile turno di riposo per De Ligt

Cristiano Ronaldo nella gara con il Genoa della scorsa stagione

Cristiano Ronaldo nella gara con il Genoa della scorsa stagione

"Il Genoa ha qualità tecnica sorprendente: Thiago Motta ha appena iniziato la sua esperienza da noi, ma mi pare che in pochi giorni in qualcosa abbia inciso". Archiviato il pareggio di Lecce, Maurizio Sarri mette in guardia la sua Juventus dalle insidie del turno infrasettimanale contro i rossoblu liguri (Allianz Stadium, ore 21.00, arbitro Antonio Giua di Olbia): "Quando giochi ogni tre giorni - spiega il tecnico juventino - le partite sono tutte di grande livello di difficoltà, non è scontato ritrovare energie nervose".

L'1-1 di sabato scorso, complice la fermata colletiva delle prime della classe ad eccezione dell'Atalanta, non ha intaccato il primato dei bianconeri ma ha comunque lasciato qualche strascico: uno su tutti l'allarme (poi rientrato) legato alle condizioni di Miralem Pjanic:

"Miralem è tornato da Lecce senza lesioni, ma con un affaticamento - ha fatto sapere Sarri nel corso della conferenza stampa di ieri - le sue condizioni e quelle di Higuain, che è uscito senza danni notevoli, sono da valutare. Douglas Costa? È tornato in gruppo, ma ha fatto un allenamento dopo 45 giorni di inattività: vediamo se può essere disponibile per uno spezzone di partita. Cuadrado alto nel tridente contro il Genoa? Vediamo, ma senza Higuain è difficile pensare al tridente".

Quel che è certo è che in avanti tornerà Cristiano Ronaldo, reduce dal turno di riposo di sabato scorso. La mentalità sarriana, offensiva per antonomasia, dovrà però fare comunque i conti con la fase difensiva:

"Prendiamo una media di un gol a partita, ma siamo la miglior difesa del campionato - il pensiero del mister dei campioni d'Italia - Credo che la media gol di tutte le squadre sia cresciuta, in Serie A si segna molto di più. Noi abbiamo subito gol nelle ultime partite quasi esclusivamente su rigore, la situazione non è così negativa, anche se possiamo migliorare. Bonucci e De Ligt? Giocatori così spremuti hanno tutti bisogno di riposo, però in difesa abbiamo bisogno di continuità e non posso tenere fuori entrambi". A tal proposito, contro il Grifone ci sono buone chance di vedere Demiral titolare al fianco del numero 19. Verso la panchina, dunque, il giovane olandese ex capitano dell'Ajax.

In chiusura, una riflessione sull'attacco finora non in grado di realizzare con buone percentuali la mole di palle gol create:

"Abbiamo buoni margini di miglioramento e potenziale da esprimere, ma abbiamo preso la strada giusta - conclude Sarri - abbiamo però una percentuale realizzativa bassa. Se sia un problema più mentale o materiale è ancora da capire, secondo me però è più mentale. Stiamo facendo delle esercitazioni, ai ragazzi ho detto che bisogna essere più cattivi. Bernardeschi? Sta bene, a Lecce ha sbagliato lui come tutti gli altri: è un discorso che investe tutta la squadra".

Grande attenzione quindi alla sfida contro i genovesi di Thiago Motta che, subentrato recentemente ad Aurelio Andreazzoli, vuole dare continuità all'esordio vincente contro il Brescia: "Con il Brescia una bella vittoria che ci ha permesso di lavorare con più serenità, ma ora è passata - le dichiarazioni della vigilia dell'ex centrocampista alla prima esperienza alla guida di una Prima Squadra - dobbiamo mantenere la nostra idea di gioco e mentalità: se stiamo bene possiamo fare una bella partita. Turnover? Per me significa poco, metterò in campo la formazione migliore".

 

PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Cuadrado, Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Khedira, Bentancur, Matuidi; Bernardeschi; Dybala, Cristiano Ronaldo.

ALLENATORE: Maurizio Sarri.

 

GENOA (4-3-1-2): Radu; Ghiglione, Romero, Zapata, Ankersen; Schöne, Radovanovic, Cassata; Agudelo; Pinamonti Kouamé.

ALLENATORE: Thiago Motta.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium