/ torinosportiva.it

torinosportiva.it | 16 novembre 2019, 14:14

La tuta numero 17 dei Denver Truckers esposta alla Ballin

a oggi la potranno ammirare tutti, all’ingresso della Ballin, di spalla ai pannelli dedicati ai campioni che hanno portato in Italia e nel mondo il nome della Crocetta.

La tuta numero 17 dei Denver Truckers esposta alla Ballin

La storia del basket all’Oratorio salesiano della Crocetta torna protagonista all’interno del PalaBallin.
Detto nelle scorse settimane dei totem dedicati ai big player salesiani, è di stamattina l’installazione dentro all’impianto di una vera e propria reliquia della pallacanestro crocettina.
Si tratta della tuta numero 17 dei Denver Truckers, il team americano a cui il Basket Don Bosco Crocetta deve i propri colori societari e il cui arrivo a Torino segnò il momento di svolta dopo oltre venti anni di attività puramente amatoriale.
Riavvolgiamo per qualche secondo il nastro della memoria.
Nel 1961 venne organizzato un triangolare a cui parteciparono anche i Denver Truckers, formazione che in quegli anni partecipava alla National Industrial Basketball League, campionato dilettantistico delle squadre sponsorizzate dalle grandi aziende (e formate dai loro dipendenti), che negli anni ’50, rivaleggiò con la NBA.
I Truckers furono ospitati dall’unica comunità americana esistente allora in città, cioè presso i Salesiani. Vinsero il torneo e, prima di ripartire, in segno di ringraziamento, regalarono le loro divise e le tute di raso verde bordate d’oro.
Dopo molti anni la tuta numero 17, unico ricordo rimasto di quei memorabili giorni, tornò a fare bella mostra di sé in pubblico a metà giugno del 2018, sul palco del Teatro dell’Oratorio in occasione dei festeggiamenti per i 70 anni del basket alla Crocetta.
Da oggi la potranno ammirare tutti, all’ingresso della Ballin, di spalla ai pannelli dedicati ai campioni che hanno portato in Italia e nel mondo il nome della Crocetta.

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium