Leggi tutte le notizie di OPESPORT ›

| 22 novembre 2019, 18:58

Città Metropolitana, gli studenti “torinesi” sono 305.970: nel 2020/2021 aumentano gli istituti comprensivi

Sempre più alunni in provincia. Precisa la volontà di aumentare il numero degli istituti comprensivi

Città Metropolitana, gli studenti “torinesi” sono 305.970: nel 2020/2021 aumentano gli istituti comprensivi

Sono sempre di più i ragazzi che studiano in provincia di Torino. È quanto emerge dalla conferenza territoriale tenutasi oggi pomeriggio in Città Metripolitnaa, alla presenza di Barbara Azzarà, consigliera delegata all’Istruzione, Stefano Suraniti, dell’Ufficio Scolastico Regionale, Antonietta Di Martino, assessore all’Istruzione del Comune di Torino e Monica Tarchi, dirigente direzione istruzione della Città Metropolitana.

La volontà è quella di verticalizzare il più possibile l’offerta, aumentando nel 2020/2021 la presenza degli istituti comprensivi, sopratutto nella città di Torino, maglia nera in tutta la provincia. Attualmente sono 305.970 i ragazzi che dall’infanzia (59.096) alla secondaria (61.777 di primo grado e 92.945 di secondo grado), passando per la primaria (98.492) frequentano le scuole città metropolitana. Un numero che certifica un aumento del 9,1% rispetto al 2000/2001.

Dato positivo, ma che di contro comporta difficoltà logistiche per quanto riguarda le infrastrutture e l’edilizia. Dalla Città Metropolitana arriva quindi una grande richiesta di spazi e di infrastrutture, per garantire ai tanti alunni spazi sicuri e idonei a garantire ai giovani una corretta offerta formativa. 

Sempre più ragazzi inoltre scelgono di iscriversi al liceo, soprattutto all’indirizzo scientifico, in grado di intercettare il 22,2% del totale: si è passati dai 77.465 alunni nel 2000/2001 agli 84.696 di quest’anno, con una stima degli iscritti di 85.922 per il 2020/2021. Da evidenziare poi il dato relativo agli studenti stranieri presenti nel territorio amministrato dalla Città Metropolitana: sono il 12,6% del totale, con un numero crescente nella scuola di infanzia e che diminuisce con il salire del grado di istruzione.

Forte, come confermato dall’assessore Di Martino, la volontà di aumentare il numero di istituti comprensivi presenti nella provincia: “In questi anni è stata avviata la riflessione sugli istituti comprensivi. È emersa la necessità di valorizzare questo modello, che a Torino non aveva preso piede. Quest’anno ci siamo occupati della Circoscrizione 3 e 6, tramite un percorso partecipato”.

Nella Circoscrizione 3 sono stati formati tre nuovi istituti comprensivi, per un totale di sette autonomie scolastiche sul territorio: Baricco, Perotti-Toscanini e Salgari. Nella Circoscrizioen 6, invece, sono stati formati due nuovi istituti comprensivi: Da Vinci-Frank e Bobbio Novaro.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium