/ Sommario

Che tempo fa

Cerca nel web

Sommario | 25 novembre 2019, 08:29

Forte instabilità della neve recente per lastroni da vento in quota e rialzo termico

Riprendiamo oggi la pubblicazione del bollettino valanghe dell'Arpa Piemonte, dedicato agli escursionisti, agli amanto delle racchette da neve e dello sci fuori pista

Forte instabilità della neve recente per lastroni da vento in quota e rialzo termico

Graduale riduzione del pericolo valanghe - che resta comunque ovunque forte e molto forte  su Alpi Graie e Pennine - nel corso della giornata, ma i venti forti in quota e il rialzo termico rendono ancora instabile la neve recente. Sono attese numerose valanghe spontanee di dimensioni da medie a molto grandi, che potranno ancora raggiungere viabilità e infrastrutture di fondovalle soprattutto nei siti non ancora scaricatisi.

Le valanghe saranno di neve umida o bagnata sotto i 2200-2400m, mentre i distacchi alle quote superiori saranno di neve asciutta che si appesantisce lungo il percorso, incorporando neve più umida e materiali (legno, pietre).

I venti dai quadranti orientali, forti o molto forti in quota, incrementano spessore e dimensione degli accumuli, diffusi sui pendii a tutte leesposizioni, che possono essere facilmente sollecitati già al passaggio delsingolo sciatore e innescare valanghe di dimensioni considerevoli.

Le attività in ambiente innevato sono fortemente limitate e richiedono una davvero grande capacità di valutazione locale.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium