/ Juve

Juve | 26 novembre 2019, 23:03

Juve, che Joya! Una punizione di Dybala da posizione impossibile regala il primo posto ai bianconeri

All'Allianz Stadium la Vecchia Signora supera 1-0 l'Atletico con un capolavoro del numero 10 che beffa un non troppo attento Oblak.

Immagine tratta dal profilo Twitter ufficiale "JuventusFC"

Immagine tratta dal profilo Twitter ufficiale "JuventusFC"

Nella notte del rientro da titolare di Cristiano Ronaldo, la scena se la prende tutta Paulo Dybala, autore del gol vittoria che consegna alla Juventus anche il primo posto nel girone D e rimanda la qualificazione agli ottavi dell’Atletico Madrid. All’Allianz Stadium finisce 1-0 e a trionfare è ancora una volta la squadra di Maurizio Sarri che in questo inizio di stagione continua a dimostrare un ottimo feeling con il rettangolo verde. Siamo quasi a inizio dicembre e Bonucci e compagni non hanno ancora perso una gara ufficiale. Intelligente e rocciosa la prestazione della Vecchia Signora che dimostra ancora una volta tutto il suo valore e l’ottimo stato di forma. Sontuose le prestazioni di tutti i bianconeri, due su tutti de Ligt e Dybala. L’olandese per la sua grande attenzione in fase difensiva. Sembra veramente tornato quello di Amsterdam. La Joya per il suo gol capolavoro, da posizione impossibile. Quarta vittoria in cinque gare per Bonucci e compagni che con questo successo salgono a quota 13 punti in classifica. Un’altra guerra di nervi vinta dalla squadra di mister Maurizio Sarri. Buona la prestazione tra le fila degli ospiti di Joao Felix, subentrato nella ripresa al posto di un quasi invisibile Vitolo.

CRONACA

Il primo tempo è giocato su buoni ritmi, da una parte e dall’altra, ma a passare in vantaggio, nel recupero, è la squadra che si è dimostrata più propositiva: la Juve. Una punizione da posizione quasi impossibile di Dybala, al secondo minuto di recupero, beffa un non perfetto Oblak e firma il momentaneo 1-0. Andiamo con ordine, però.

10’ - La prima vera occasione del match è per la Vecchia Signora: Pjanic imposta e allarga il pallone sulla destra per Dybala che chiede il triangolo a Ramsey prima di lasciar partire un diagonale che non riesce a impensierire Oblak che blocca la sfera a terra con grande sicurezza.

21’ - Circa 10’ dopo è l’Atletico Madrid a rendersi pericoloso con Saùl che, imbeccato alla perfezione da un cross di Lodi, prova a impensierire Szczesny di testa, ma il suo tentativo finisce fuori dallo specchio della porta.

45’+2 - Tanta intensità, ma poche vere emozioni da gol in questo primo parziale, ma nell’ultimo dei 2’ di recupero Dybala si prende la scena: da posizione molto defilata, sulla destra, la Joya si inventa una traiettoria diretta in porta e riesce a sorprendere Oblak, preso alla sprovvista dalla conclusione dell’argentino.

Il secondo tempo è ancora più intenso del primo e le occasioni da gol sono di più rispetto alla prima frazione.

50’ - La squadra di Simeone prova subito a rientrare in partita ed è ancora Saùl l’uomo più pericoloso per gli spagnoli. Il classe ’94 riceve in area il pallone, lo controlla di petto e tenta la conclusione che, però, viene ben intercettata da un attento Szczesny.
60’ - Risponde Ronaldo che corre ad alta velocità per 40 m dopo un errore velleitario di Thomas. Il fuoriclasse portoghese, però, arriva stanco alla conclusione e spara alto senza trovare il bersaglio grosso.
66' - Azione personale di Bernardeschi, subentrato al posto di Ramsey, che si accentra e tenta la conclusione, ma il pallone si stampa sul palo a Oblak ormai battuto.
83’ - L’Atletico prova a spingere sull’acceleratore per trovare un pareggio che permetterebbe ugualmente alla Juve di chiudere il girone al primo posto, ma ai Colchoneros di vedere più vicina la qualificazione agli ottavi di finale. Joao Felix, entrato a inizio ripresa al posto di Vitolo, si illumina e trova un passaggio di esterno destro per Correa (anche lui subentrato nella ripresa al posto di Herrera) che si vede fermare sul più bello da una super chiusura di un monumentale de Ligt.
90’+3 L’ultima occasione del match è per l’Atletico Madrid: grandissima palla ancora una volta di Joao Felix che serve Correa, il quale mette il pallone al centro per Morata che manca, però, l'impatto con la sfera vedendo sfumare la possibilità di pareggiare. Finisce 1-0.      

TABELLINO

JUVENTUS               1               
ATLETICO MADRID   0

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci (C), de Ligt, De Sciglio; Bentancur (86’ Khedira), Pjanic, Matuidi; Ramsey (63’ Bernardeschi); Dybala (76’ Higuain), Ronaldo. Allenatore: Sarri. A disposizione: Buffon (P), Cuadrado, Demiral, Rugani.

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Trippier, Felipe, Hermoso, Lodi; Saùl, Herrera (60’ Correa), Thomas, Koke (C); Morata, Vitolo (54’ Joao Felix). Allenatore: Simeone. A disposizione: Adan (P), Arias, Lemar, Llorente, Saponjic.

Reti: 45’+2 Dybala (Juventus).

Arbitro: Anthony Taylor (Inghilterra).

Ammoniti: 32’ Hermoso (Atletico Madrid), 35’ Bentancur (Juventus), 40’ Lodi (Atletico Madrid).

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium