/ torinosportiva.it

torinosportiva.it | 30 novembre 2019, 10:46

Scherma: Luca Juravle migliore dei ragazzi nell’International Fencing Challenge a Brescia

Nello stesso fine settimana di Brescia, a Torino si è disputata la seconda prova nazionale del Circuito Master, in cui Lavinia Martini ha conquistato il secondo podio consecutivo della stagione

Scherma: Luca Juravle migliore dei ragazzi nell’International Fencing Challenge a Brescia

Ancora risultati positivi per i giovani atleti del Circolo della Scherma Ramon Fonst in quel di Brescia, dove nello scorso fine settimana si è disputata la prima edizione dell’International Fencing Challenge. L’organizzazione è stata capace di ricreare la stessa atmosfera di una gara di Coppa del Mondo, utilizzando le medesime attrezzature per la zona delle finali con le pedane colorate gialla, blu, rossa e verde, e la pedana centrale per il match conclusivo. Ai migliori di ogni categoria è stata regalata la partecipazione ad un camp estivo di una settimana. Tra i premiati Luca Juravle, sesto nella gara Ragazzi-Allievi e primo nella categoria dei più piccoli. Oltre al voucher per partecipare al camp estivo, l’atleta del Circolo Ramon Fonst ha ricevuto un paio di scarpe da scherma, un buono sconto per l’acquisto di materiale da gara e il trofeo dedicato ai vincitori della manifestazione. Per Juravle la vittoria tra i Ragazzi è arrivata al termine di un girone in cui ha perso i primi due incontri e di cinque assalti ad eliminazione diretta sulla distanza delle 15 stoccate. Nelle “dirette” Luca ha superato tre avversari che erano davanti a lui nella classifica: il rodigino Pattaro per 15-6, il monzese Villa (che lo aveva battuto nell’ultima gara) 15-12 e il veronese Musa Romano 15-10. Opposto al veronese Favaro, Juravle ha ceduto per 5-15, ma stiamo parlando del numero 2 d’Italia della categoria superiore, quella degli Allievi. Il risultato è un’iniezione di fiducia in vista della prova nazionale di metà dicembre a La Spezia. Meno fortunato è stato Lorenzo Macera, che ha nuovamente accusato problemi al polso ed è stato costretto al ritiro dopo appena due assalti del girone, per evitare guai peggiori, Tommaso Giraudo e Matteo Borgogno hanno inaspettatamente concluso la prima fase con solo una vittoria all’attivo, hanno vinto l’assalto del tabellone da 128 e sono stati eliminati nei successivi scontri diretti. Tommaso ha ceduto al monzese Villa dopo aver condotto in vantaggio sino al 14-11. Matteo ha invece perso 9-15 con il bresciano Landriscina. La tenuta nervosa e la capacità di stringere i denti sono elementi su cui dovranno ancora lavorare anche gli atleti delle categorie Maschietti e Giovanissimi, eliminati decisamente troppo presto. Ramon Soncin ha chiuso al 23° posto tra i Giovanissimi, vincendo tre volte nel primo girone, due volte nella fase ad eliminazione diretta e perdendo all’ultima stoccata l’assalto in cui era in gioco l’accesso alla finale. Vincenzo Laera ha chiuso il primo girone con quattro vittorie, Francesco Garau con due, Guido Maria Frangioni e Giancarlo Fassinotti con una. Nella prima “diretta” sono usciti Francesco e Vincenzo, mentre Giancarlo ha perso di misura 10-8 da un giovanissimo fiorettista del Qatar. Guido Maria, il più indietro di tutti nel ranking nazionale, ha vinto 10-4 con il monzese Galloni il primo match del tabellone da 128, per perdere anche lui nel tabellone da 64.

Nello stesso fine settimana di Brescia, a Torino si è disputata la seconda prova nazionale del Circuito Master, in cui Lavinia Martini ha conquistato il secondo podio consecutivo della stagione, classificandosi terza dopo una buona gara. Nel successivo trofeo delle Regioni Lavinia ha conquistato il secondo posto con la formazione della Lombardia, dal momento che il Piemonte non aveva schierato alcuna squadra.

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium