/ Toro

Che tempo fa

Cerca nel web

Toro | 08 dicembre 2019, 15:22

Toro, il silenzio assordante della curva Primavera vuota. Contestazione e cori contro Mazzarri e Cairo

Prima della gara contro la Fiorentina esposti striscioni polemici contro la società, poi la rabbia della tifoseria organizzata è proseguita prima e durante l’inizio della partita, accompagnata da momenti di silenzio inusuali. Solo il gol di Zaza ha riacceso un pò di entusiasmo

Toro, il silenzio assordante della curva Primavera vuota. Contestazione e cori contro Mazzarri e Cairo

La partita contro la Fiorentina, squadra storicamente gemellata con i colori granata, è cominciata in un clima a dir poco inusuale. Grande freddezza – e non stiamo parlando della temperatura, assolutamente gradevole per essere l’8 dicembre, ma per il silenzio e i vuoti della curva Primavera e l’indifferenza della Maratona.

Una pesante contestazione, peraltro annunciata, era andata in scena già in precedenza all’esterno dello stadio Filadelfia, dove neppure la presenza e il colore garantito dai bambini delle Scuole Calcio, è servito per creare un’atmosfera natalizia. "Società di infami, allenatore senza dignità. Vi vogliamo via da questa città", ha recitato lo striscione di contestazione più grosso esposto fuori dai cancelli che ospitano gli allenamenti. Gli ultimi risultati negativi hanno riportato indietro l’orologio dei tifosi granata, che avevano già iniziato ad esternare la loro rabbia nel finale della gara contro l’Inter di quindici giorni fa, quella contrassegnata anche dagli scontri in curva Primavera, per questo motivo disertata da molti abbonati in segno di protesta.

Una protesta che ha visto anche i tifosi della Fiesole restare fuori dall’Olimpico, in segno di solidarietà nei confronti dei ‘gemellati’ granata. Il ricordo di Gigi Radice, l’allenatore dell’ultimo scudetto, il cui primo anniversario della scomparsa è caduto ieri, ricordato dallo speaker prima dell’inizio, non è servito per riascaldare l’ambiente più di tanto. In compenso, già all’annuncio delle formazioni, fischi al momento in cui è stato fatto il nome del tecnico Walter Mazzarri, timidi applausi solo per Sirigu e pochi altri, mentre appena è iniziata la gara è partita la contestazione della Maratona, nel silenzio assordante dell’altra curva e del resto dell’Olimpico.

‘Mazzarri vaffa.’ e poi ‘Cairo vattene’, seguito da un ‘meritiamo di più’ e ‘Il Toro siamo noi’. Gli unici applausi dopo undici minuti, quando il povero De Silvestri è uscito per un infortunio apparso piuttoso serio, poi sono ripresi i cori contro e la contestazione. Solo il gol di Simone Zaza, arrivato al 20', ha riacceso un pò di entusiasmo tra la tifoseria granata.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium