/ Sport invernali

Sport invernali | 24 dicembre 2019, 16:00

Universiadi invernali e Special Olympics 2025, il Governo sosterrà la candidatura di Torino

Appendino:"Sfida a cui guardiamo con consapevole ottimismo". L'amarezza di Chessa (M5S) per la mancata candidatura finale di Torino alle Olimpiadi invernali 2026

Universiadi invernali e Special Olympics 2025, il Governo sosterrà la candidatura di Torino

Il Governo sosterrà la candidatura di Torino per ospitare le Universiadi invernali e gli Special Olympics 2025. Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha infatti inviato una lettera in cui si impegna a sostenere il capoluogo piemontese per accogliere la XXXII edizione dei giochi universitari della neve e del ghiaccio e, insieme ad essi per la prima volta, i Mondiali invernali Special Olympics. 

Si tratta  -commenta la sindaca Chiara Appendino - di un obiettivo a cui la Città di Torino sta lavorando da mesi e di una sfida a cui possiamo guardare con consapevole ottimismo”.

“Torino in questi anni -continua la prima cittadina - sta dimostrando di saper mettere al centro della sua azione la promozione dello sport in tutte le sue forme. Dagli spazi sportivi dei quartieri fino ai grandi eventi come le ATP Finals di tennis, che si svolgeranno proprio qui, dal 2021 al 2025, portando Torino, ancora una volta, sul palcoscenico del mondo”. Per l'assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca sarà l'occasione per far "ripartire i grandi eventi in Piemonte".

Una notizia positiva, a cui alla Vigilia di Natale fanno da contraltare le parole del consigliere del M5S Marco Chessa. L’esponente della maggioranza di Appendino non riesce a nascondere l’amarezza per la mancata candidatura finale di Torino alle Olimpiadi invernali 2026, che si disputeranno tra Milano e Cortina.

Uno dei motivi che aveva spinto il capoluogo piemontese a tirarsi indietro è che il governo, per bocca di Luigi Di Maio, aveva detto che non avrebbe “messo un euro, sia in costi diretti sia in costi indiretti” per finanziare l’evento a cinque cerchi lombardo-veneto.

“Con un emendamento alla manovra votata ieri, - osserva però Chessa - verrà stanziato un miliardo di euro da destinare ad opere ancora non specificate nei territori dei Giochi Olimpici Invernali di Milano e Cortina del 2026.”

“Una manovra approvata sia alla Camera che al Senato anche da quel M5S che tanto ha fatto per non farle disputare a Torino in nome della lotta agli sprechi di fondi pubblici e alle speculazioni” conclude il consigliere pentastellato.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium