/ Volley

Volley | 26 dicembre 2019, 08:30

La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 a Montichiari per il boxing day con Brescia

Un’affermazione da 3 punti su Brescia qualificherebbe le chieresi alla Coppa Italia

La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 a Montichiari per il boxing day con Brescia

Ultimo impegno del girone d’andata e del 2019 per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76, attesa oggi, giovedì 26 dicembre, al PalaGeorge di Montichiari per la sfida con la Banca Valsabbina Millenium Brescia. Fischio d’inizio alle ore 17.
Grazie alle due vittorie nelle ultime tre giornate ottenute contro Novara e Bergamo le biancoblù sono risalite all’ottavo posto in classifica, e con un’affermazione da 3 punti su Brescia sarebbero automaticamente qualificate alla Coppa Italia.
Oltre a una squadra che, reduce da sette sconfitte consecutive, sarà motivata a mille riscattarsi per a chiudere bene l’anno, Chieri si troverà di fronte la sua “bestia nera”, l’allenatore Enrico Mazzola: una sola vittoria (3-2 nel gennaio 2018 nei quarti della Coppa Italia di A2) in quindici partite contro di lui fra Fiorenzuola, Monza e Brescia. La vittoria in coppa in A2 è anche l’unica nei sette precedenti con Brescia.

"Brescia non sta attraversando un grandissimo momento, ma è un campionato un po’ strano, le ondate di partite che trovi decidono i momenti: bisogna tenere duro quando hai i filotti contro squadre più forti, poi si combatte contro quelle più o meno al tuo livello – il commento dell’allenatore Giulio Cesare Bregoli – Brescia viene da un momento in cui ha incontrato diverse squadre di un certo livello e quindi ha faticato, è comunque una squadra forte, credo al nostro livello, questo sì.

Con i 3 punti conquistati con Bergamo andiamo a giocarcela con molta più serenità, sapendo di poter fare risultato. La cosa veramente importante sarà muovere la classifica giocando bene. Credo che per una squadra che si deve salvare, l’obiettivo dev’essere quando va male andare almeno al tie-break: quello che non è successo a Filottrano, l’unica partita che finora abbiamo sbagliato, pur quasi raddrizzandola.

Bisogna davvero fare i complimenti alle ragazze per quel che hanno fatto quest’anno, senza dimenticare che, io non mi lamento, e sia a Novara sia con Bergamo abbiamo dimostrato di saper stringere i denti anche quando non siamo fisicamente perfetti, ma finora abbiamo avuto diverse sfortune a livello di infortuni. Se la squadra continua a lavorare così, mi aspetto possa ancora migliorare".

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium