/ Ciclismo

Ciclismo | 03 gennaio 2020, 11:00

5 validi motivi per non mancare alla Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre

La gara perfetta per le prime pedalate stagionali è in programma il 23 febbraio 2020

5 validi motivi per non mancare alla Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre

La Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre è la grande classica di apertura stagionale: la manifestazione organizzata dal Gs Alpi rappresenta infatti la gara di apertura del calendario nazionale ed internazionale delle Granfondo, e si svolge in un contesto unico nel suo genere, in quanto la Liguria è terra ideale per praticare il ciclismo anche nei mesi invernali, là dove il clima, in genere, non risulta essere eccessivamente freddo. 
Ci sono diversi motivi per non mancare al grande spettacolo della Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre. Ve ne proponiamo cinque, che sono senza dubbio i più importanti. 

1 - La massima sicurezza

Gli ultimi saranno i primi. Uno dei cavalli di battaglia del Gs Alpi è voler garantire la massima sicurezza a tutti i partecipanti, non solo ai primi classificati ma soprattutto agli ultimi. La Granfondo sarà presidiata da un numero impressionate di personale qualificato agli incroci, al fine di garantire la massima sicurezza e il massimo divertimento a tutti coloro che verranno a pedalare in Liguria. 

2 - Sicurezza per la propria bicicletta

Purtroppo, nelle varie manifestazioni, capita spesso di sentire parlare di furti di biciclette. Alla Granfondo Internazionale Laigueglia Lapierre questo problema è scongiurato, in quanto il comitato organizzatore allestirà un parco chiuso per le bici, controllato da alcuni addetti alla sicurezza, e verrà fornito un lucchetto ad ogni partecipante. Alla fine della gara, sarà possibile parcheggiare la bici nel parco chiuso e legarla con il lucchetto. Così, il corridore potrà andare a fare la doccia, pranzare e partecipare alla cerimonia di premiazione finale senza alcun problema.

3 - Un percorso ancora più accattivante

Il Gs Alpi sta apportando alcune varianti al percorso tradizionale, che non verrà però snaturato nella sua essenza. Di sicuro, chi parteciperà alla gara potrà cimentarsi su un tracciato ricco di salite e di discese a picco sul mare, con dei paesaggi che solo la Liguria è capace di offrire. Il percorso definitivo sarà ufficializzato solo nelle prossime settimane. 

4 - Una vetrina internazionale 

Grazie alla partnership con Lapierre, marchio francese di bici che è diventato partner principale della manifestazione, c’è una grande affluenza di corridori provenienti dall’estero, in particolare dalla Francia. Di conseguenza, per tutti coloro che parteciperanno, ci sarà la possibilità di testarsi contro corridori provenienti da altre nazioni: un’opportunità incredibile. 

5 - Le novità nell’area expo

Fin dal giorno precedente la gara, verrà allestita l’area expo, con numerosi marchi tecnici del ciclismo (e non solo) che esporranno i propri prodotti. Per tutti sarà quindi una grande possibilità di toccare con mano alcune delle novità introdotte sul mercato per il 2020.

D.R.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium