/ Calcio

Calcio | 24 gennaio 2020, 14:00

IL GIUDICE CONDANNA IL PIANEZZA - 3-0 a tavolino per il Barca per "condotta riprovevole"

E' arrivata la sentenza per la gara di Under 14 sospesa dopo una reazione da bollino rosso ad una decisione arbitrale e successivi insulti razzisti e minacce

IL GIUDICE CONDANNA IL PIANEZZA - 3-0 a tavolino per il Barca per "condotta riprovevole"

Uno scatto d'ira nei confronti dell'arbitro, poi insulti razziali verso un giocatore, urla dagli spalti e minacce dirette al direttore di gara per aver sospeso la partita: il mix di Barcanova-Pianezza deve finire nel dimenticatoio al più presto.

La partita di Under 14 che tanto ha fatto parlare in settimana è finita 3-0 sui pezzi di carta a favore del Barcanova. Condannato alla sconfitta a tavolino il Pianezza, che negli ultimi anni si è sempre distinto per la lotta alla maleducazione sugli spalti (con tanto di cartelli) e che paga una sorta di responsabilità oggettiva per colpa di qualche soggetto "non identificato". Lo ha deciso il Giudice sportivo con questa sentenza pubblicata sul comunicato Lnd di ieri.

"Dall'analisi del referto arbitrale è risultato che la gara USD BARCANOVA CALCIO - USD PIANEZZA CALCIO disputata in data 19/01/2020 non ha avuto un regolare epilogo, essendo stata inizialmente sospesa e poi definitivamente conclusa anzitempo al minuto 18esimo della ripresa in ragione del clima di tensione venutosi a creare a seguito di una reazione ad una decisione arbitrale".

[...]

"In particolare, il giocatore n. 11 del Barcanova Calcio, Sig. Shogbanmu Victory Oluwani, lamentando la mancata concessione a proprio favore di un calcio di rigore per un contrasto in area con il portiere avversario, frasi di natura discriminatoria su base razziale, distintamente avvertite dal direttore di gara, il quale, a gioco ancora fermo, richiamava al centro del campo i capitani e gli allenatori, al fine di ristabilire l'ordine. Tuttavia, nel corso di tale tentativo, la tensione in campo tra i giocatori aumentava, tanto da rendere impossibile a giudizio del direttore di gara la serena e regolare prosecuzione dell'incontro. L'arbitro quindi fischiava il termine anticipato della competizione e, alla sua uscita dal campo, veniva insultato e minacciato ripetutamente dai tifosi presenti sugli spalti (non univocamente riconducibili a una squadra in particolare)".

"Ciò premesso, sottolineata e condannata la gravità dell'ennesimo episodio di discriminazione e razzismo, del tutto intollerabile, appare evidente la responsabilità oggettiva della Società Pianezza Calcio per la condotta riprovevole tenuta dai propri tesserati e dai propri sostenitori, che ha alterato il regolare svolgimento della gara in oggetto. Pertanto, visti gli artt. 6, 10 e 62 del C.G.S., si delibera di sanzionare con la perdita della gara a tavolino a carico della Società PIANEZZA CALCIO, omologando il seguente risultato: 


BARCANOVA CALCIO - PIANEZZA CALCIO 3-0; 

- di comminare l'ammenda di Euro 150,00 nei confronti della Società Pianezza Calcio per il comportamento discriminatorio tenuto dai propri sostenitori e dal proprio tesserato, non identificato dall'arbitro; 

- di squalificare per 6 giornate il giocatore il n. 11 della squadra ASD BARCANOVA CALCIO, Sig. SHOGBANMU Victory Oluwani, per condotta gravemente irriguardosa nei confronti dell'arbitro, concretizzatasi in insulti e contatto fisico".

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium