/ Juve

Juve | 26 gennaio 2020, 23:00

Una brutta Juve cade al San Paolo e non sfrutta i mezzi passi falsi di Inter e Lazio

Finisce 2-1 a Napoli. Reti di Zielinski e Insigne per i partenopei. Nel recupero del secondo tempo accorcia le distanze Ronaldo, ma non basta. Con questo gol il fuoriclasse portoghese è andato a segno in otto giornate consecutive.

Foto tratta dal profilo Twitter ufficiale "JuventusFC"

Foto tratta dal profilo Twitter ufficiale "JuventusFC"

Nella notte in cui il mondo intero viene letteralmente scosso dalla tragica notizia della morte di Kobe Bryant, precipitato con il suo elicottero nei pressi di Los Angeles, al San Paolo il match tra Napoli e Juventus termina con il punteggio di 2-1. I partenopei, dopo l’importantissima vittoria in Coppa Italia, ottengono il secondo successo consecutivo nel giro di pochi giorni e si impongono sulla Juve che non approfitta dei pareggi di Inter e Lazio nel pomeriggio e, anzi, si fa recuperare anche un punto da entrambe. Una partita brutta quella del San Paolo, brutta come la Juve di Maurizio Sarri apparsa a tratti anche scarica di idee. Poche emozioni, se non negli ultimi concitati minuti di recupero. Il Napoli, grazie alle reti di Zielinski e Insigne sembrava aver in tasca la vittoria, ma il gol di Ronaldo al 1’ di recupero (il portoghese è andato a segno, con questa, per otto giornate consecutive) gela il pubblico di fede azzurra. La stessa sensazione viene provata ancora una volta dai tifosi napoletani a pochi secondi dalla fine quando Higuain in rovesciata prova a pareggiare i conti, ma questa volta Meret può fare sua la sfera e fare esplodere di gioia definitivamente il San Paolo.  

CRONACA 

8’ - La prima occasione del match è per il Napoli. Dagli sviluppi di un corner calciato bene da Mario Rui, arriva il colpo di testa di Milik che sorvola di poco la traversa.
13’ - Ripartenza della Juve che si distende con Dybala. La Joya apre per Ronaldo che prova il tiro, ma è completamente fuori bersaglio.
20’ - Ci prova nuovamente il Napoli, questa volta con Mario Rui, ma il tiro del portoghese da posizione decentrata termina alto sopra la traversa.
28’ - Ancora formazione partenopea all’attacco. Milik entra in area, finta il tiro e rientra sul destro, ma la sua conclusione viene deviata da Bonucci.   

Non ci sono altre occasioni e il primo tempo termina, dopo 1’ di recupero, sul punteggio di 0-0. Risultato giusto. Il Napoli ha provato a essere più incisivo, ma entrambe le squadre hanno creato molto poco in questa prima frazione di gara.  

50’ - Rabiot prende il posto di Pjanic, infortunato.
53’ - La Juve prova a passare in vantaggio: Matuidi serve Higuain che mette in mezzo per Dybala. La Joya prende il palo, poi arriva Ronaldo e ributta dentro il pallone, ma è tutto fermo: c'era un fuorigioco in partenza del Pipita.
54’ - Bella azione del Napoli rifinita da Zielinski che va al tiro, ma non inquadra la porta.
62’ - Bellissima azione della Vecchia Signora. Dybala recupera palla e d'esterno serve Ronaldo che lascia sul posto Hysaj e allunga per oltre 30 metri prima di servire Higuain. Il Pipita prova il tiro, ma il suo diagonale è impattato bene, ma non riesce a impensierire Meret.
63’ - Si sblocca il match ed è il Napoli a passare in vantaggio. Grande tiro dai 25 metri di Lorenzo Insigne che costringe Szczesny a respingere, ma sui piedi di Zielinski che da due passi ribadisce il pallone in rete, 1-0.
69’ - Primo cambio del Napoli: Lobotka prende il posto di Demme, a rischio doppia ammonizione.
72’ - Sarri finisce i cambi: dentro Douglas Costa al posto di Matuidi e Bernardeschi al posto di Dybala.
75’ - Ci prova ancora il Napoli, galvanizzato dal vantaggio. Bel pallone messo in mezzo da Callejon, ci arriva Insigne e con un tiro in acrobazia prova a calciare, ma senza successo.
81’ - Tra le fila del Napoli esce l’uomo partita, almeno fino a questo momento. Zielinski lascia il posto a Elmas.
86’ - Il Napoli chiude a tutti gli effetti il match: conclusione al volo di Lorenzo Insigne che beffa Szczesny e infila il pallone nel sacco, 2-0.
90’ - Fuori Milik, dentro Llorente.
90’+1 - Ottima palla per Ronaldo che non sbaglia e batte Meret andando in gol per l'ottava gara consecutiva, 2-1.
90’+4 - La Juve sembra essersi svegliata nei minuti di recupero: a pochi secondi dalla fine ci prova Higuain in rovesciata, ma la sua conclusione è centrale e finisce tra le braccia di Meret. Il San Paolo esplode di gioia e dopo pochi secondi Mariani fischia la fine del match.    

TABELLINO  

NAPOLI      2
JUVENTUS  1  


Napoli (4-3-3): Meret; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Fabian, Demme (69’ Lobotka), Zielinski (81’ Elmas); Callejon, Milik (90' Llorente), Insigne. Allenatore: Gattuso.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (50’ Rabiot), Matuidi (72’ Douglas Costa); Dybala (72’ Bernardeschi), Higuain, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Sarri.  

Reti: 63’ Zielinski (Napoli), 86’ Insigne (Napoli), 90’+1 Ronaldo (Juventus).

Arbitro: Mariani della sezione di Aprilia.  

Ammoniti: 30’ Demme (Napoli), 61’ Bentancur (Juventus), 70’ Rabiot (Juventus), 76’ Hysaj (Napoli), 81’ Bernardeschi (Juventus), 85’ de Ligt (Juventus), 90’+3 Ronaldo (Juventus).  

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium