/ Altri sport

Altri sport | 02 febbraio 2020, 12:00

La Uisp di Pinerolo invita a raccontare lo sport con la pittura

Nasce il primo concorso “ArteèSport” aperto a ogni tipo di tecnica

La Uisp di Pinerolo invita a raccontare lo sport con la pittura

“ArteèSport” un progetto tutto pinerolese firmato Uisp per promuovere i valori dell’associazione coniugando due elementi spesso distanti tra loro: «Riteniamo che lo sport vada interpretato in ogni modo possibile - spiega il presidente Valter Cavalieri D’Oro -. Abbiamo pensato di coinvolgere gli artisti nel raccontare e nell’esprimere i valori Uisp». 

Nasce così la prima edizione di un concorso artistico in cui tutti possono partecipare presentando un’opera con al centro il tema appunto dello sport e delle attività fisiche. Al termine del concorso tali opere saranno esposte a Pinerolo nella sede dell’associazione in viale Grande Torino 7, in seguito viaggeranno in esposizioni itineranti in città, nel territorio del Pinerolese e potrebbero anche uscire dai confini regionali. 

Può essere adottata qualsiasi tecnica pittorica e venire applicata su qualsiasi supporto scelto dal singolo artista. Il riferimento è il logo Uisp e i suoi valori: sport, solidarietà, accoglienza, inclusione. L’obiettivo è diffondere il progetto non solo in tutto il Pinerolese, ma anche oltre. 

Arte e sport sono da sempre legati, si pensi alle ballerine o alle corse dei cavalli di Degas o ai personaggi circensi di Lautrec. Tutto ciò che è movimento ha suscitato in passato e susciterà ancora in futuro l’interesse degli artisti. Due aspetti dunque che bene si uniscono e contribuiscono a promuovere la cultura. «Consideriamo lo sport diffuso una forma d’arte, forse siamo troppo poetici, ma per noi l’arte è movimento, pensiamo alla danza, alla pallavolo ma anche al nuoto – spiega Cavalieri D’Oro –. Le associazioni sportive pinerolesi stanno lavorando bene, ci sono tante affiliazioni e tanti iscritti, in generale c’è molta partecipazione. La piscina si è ripresa dalla disavventura di Capodanno (la struttura era rimasta ko dal primo dell’anno, quando la sala filtri è stata allagata dall’acqua delle vasche, ndr), siamo ripartiti e stanno anche ripartendo i corsi con le scuole. In prospettiva vedo molti spazi per lo sport, sia inteso come elemento aggregativo e culturale, sia solidaristico, di inclusione e di benessere psicofisico. Aspetti che messi insieme danno un valore alto alla pratica dello sport non solo agonistico ma anche amatoriale e di prevenzione per la salute». 

Si potrà aderire al concorso fino al 29 febbraio, e le opere andranno consegnate entro il 6 aprile in formato massimo di 50x50, senza cornice e con attaccaglia centrale. Per maggiori informazioni: info@sportinacqua.it; 3355445232. 

Chiara Gallo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium