/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | 03 febbraio 2020, 10:00

Punti pesanti, quelli conquistati dalla Crocetta, che riagguanta il secondo posto

Il secondo successo di fila, combinato con la sconfitta della 5 Pari ad opera della capolista Trecate, permette di risalire ai piedi della vetta, in coabitazione con i biancoverdi e il Colegno

Punti pesanti, quelli conquistati  dalla Crocetta, che riagguanta il secondo  posto

Che a Savigliano non sarebbe stato facile, lo si sapeva. Come spesso capita, poi, la realtà supera pure la più fervida immaginazione. La Crocetta ci mette anche tanto del suo, tirando maluccio e facendo enorme fatica a rimbalzo per oltre mezzora, ma alla resa dei conti fa valere il superiore talento di alcuni suoi elementi, chiude dietro con un paio di giocate di quelle giuste e porta a casa due punti importantissimi.
Il secondo successo di fila, combinato con la sconfitta della 5 Pari ad opera della capolista Trecate, permette di risalire al secondo posto, occupato in coabitazione con i biancoverdi e il Colegno
Qualche cifra prima della cronaca a ribadire i concetti iniziali: su un totale di 22 su 65 al tiro, solo due triple a bersaglio su 15 tentativi; avrebbero potuto costare caro anche i 10 liberi falliti (su 25 tirati), così come i 10 rimbalzi in meno (14 quelli offensivi concessi ad un avversario che ne raccoglie ben 55). Per fortuna, i dati traducono solo una quota di quello che accade in campo e la Crocetta è bravissima a compensarli con solidità di squadra che le permettono di graffiare al posto giusto nel momento giusto.
In tre minuti e mezzo solo due canestri dell’ex Molinario. La prima segnatura crocettina è un 2+1 su rimbalzo offensivo di Antonietti che poi, in azione analoga, firma anche il primo sorpasso del match: 4-5. A conferma della giornata di grazia (25 in 25’, 10  rimbalzi, 10 falli subiti), il numero 9 salesiano serve un assist perfetto a Pasqualini.
Si gioca sempre difese schierate, con il contropiede che non è neppure pratica opzionale. Fioccano così i falli, specie dei padroni di casa: per 5’ minuti la Crocetta ha dalla sua il bonus, ma è imprecisa. All’1 su 4 a palla ferma gli ospiti aggiungono mira da registrare pure su azione.
Il Savigliano, a specchio, ci prende poco da dentro, niente o quasi da fuori, e dopo il pareggio a quota 7 si arena.
Nel minuto e mezzo che chiude il periodo la Crocetta non va ma in lunetta, però piazza un minispunto con i lunghi: il 7-12 è di De Simone e Bonadio.
Al ritorno in campo i gialloverdi non danno continuità e mettono in fila un’infrazione di passi, un passaggio sbagliato e un tiro affrettato. Sbavature punite, tutte, dai padroni di casa, che segnano tre volte di fila: sul 13-12 di Miretti coach Conti mette il piede nella porta e prova ad invertire la rotta.
Il time-out non cambia l’impatto offensivo dei salesiani, all’asciutto per quasi 4 minuti. Ancora una volta l’Amatori fa poco meglio: così, dopo il 15-12 di Molinario, il punteggio rimane inchiodato per più di 3 giri di lancette, con gli ospiti che perdono De Simone per un problema alla schiena.
Antonietti sblocca tutto con un altro 2+1, ma la Crocetta non trova continuità, non la rigioca mai sull’errore al tiro perché latita a rimbalzo offensivo, facendosi spesso tagliare fuori, e si ritrova di nuovo a rincorrere, subendo l’effervescenza di Olowu: 21-15 al 15’.
Come accaduto nella decina inaugurale, il frequente ricorso al fallo degli avversari regala il bonus in anticipo: stavolta i gialloverdi sono più lucidi in fase di ricerca del contatto e soprattutto più precisi in quella di esecuzione: il 2 su 2 di Maino e il 4 su 6 di Pasqualini consentono di tenere i cuneesi nell centro del mirino: 23-21 al 16’.
Il fortino però ha palizzate troppo basse sugli esterni, dove Mondino la infila per due volte da tre e confeziona il +8 interno: 31-25.
Senza trovare spazi praticabili dentro – né per l’entrata né per la rigiocata  - un solo rimbalzo in attacco in 20’, ben 15 in meno la distanza a metà gara – la formazione ospite trova qualche  spiraglio in più dalla lontano e in difesa Bonelli dalla panchina dà l’’energia che serve. In attacco Giordana si affida all’esperienza, Maino sgranchisce la mano e ne segna 5 (una tripla) in un minuto e la Crocetta si riaccoda: 31-28. Prima di subire l’appoggiata di Molinario che porta al riposo sul 33-28.
Alla ripresa delle ostilità è sempre Antonietti, prima con in libero, quindi con una doppia finalizzazione da sotto, a tenere la Crocetta incollata: 35-33.
La registrata dietro dell’intervallo dà i suoi frutti e dall’altra parte Possekel impatta al 24' a conclusione di una prolungata azione segnata dall’intraprendenza a rimbalzo di Antonietti e Bonelli.
Per 5 minuti il Savigliano passa a vuoto e tre di Pasqualini ripropongono al comando i torinesi sul 35-38 (break di 0-9).
La reazione uguale e contraria (7-0) dei biancorossi di Fiorito porta ancora il nome di Molinario: 42-38.
Per la terza volta, i salesiani vanno in bonus prima dell’avversario, ma in 4 minuti mettono a scout una sola opportunità, con Bonadio: il 2 su 2 vale il 42-41 del 28’.
Nei 3 minuti tra il terzo e il quarto periodo neanche l'ombra di un canestro.
Tra perse e una quintalata di conclusioni senza esito, il punteggio rimane in bilico.
Il -1 sul 46-45 è di Antonietti, Pasqualini recupera, passaggio rapido di Pozzato per Maino che dà una piega alla gara con i tre del 46-48.
Il Savigliano segna il passo e Antonietti ribadisce lo spolvero: sbaglia, recupera, segna, subisce il fallo e mette il ibero: lo 0-8 totale, sul 46-51, sembra decisivo.
Lo è in parte, perché costringe l’Amatori alla rincorsa. Non lo è ancora del tutto perché Molinario tappa il buco con il 51-52 che rende incandescenti gli ultimi 3 minuti e mezzo.
A 100 secondi dalla fine Olowu passa su blocco, si alza e pareggia. Il superbo Antonietti ribatte colpo su colpo: dopo il 54-56, fa suo il prezioso rimbalzo in area nemica su cui Maino, a -55”, prova a chiudere il conto.
Non va, ma sul ribaltamento, D’Arrigo sbaglia pure lui e si fa fischiare pesantissimo tecnico per proteste: libero di Maino a buon fine, sull’extrapossesso Antonietti, e non può essere diversamente, appoggia in entrata da sinistra il 53-59 che vale la partita.
Il Savigliano ci prova alla disperata con Testa, la palla finisce tra le grinfie di Maino che Mondino non può fare altro che mandare in lunetta: il 2 su 2 sancisce la vittoria con 16 secondi di avanzo.

AMATORI BASKET SAVIGLIANO-DON BOSCO CROCETTA 54-61 (7-12, 33-28, 42-41)
SAVIGLIANO: Olowu 16, Molinario 20, Testa 6, Mondino 8, Icardi 2, D'Arrigo, Maero n.e.,
Grezda n.e., Giorsino, Brero n.e., Giordano n.e., Miretti 2. All. Fiorito.
CROCETTA: Bonelli, Antonietti 25, Pasqualini 10, Andreutti, Bonadio 5, De Simone 2, Barraz, Possekel 2, Maino 15, Pozzato, Giordana 2. All. Conti. Ass. Usai.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium