/ torinosportiva.it

torinosportiva.it | 15 febbraio 2020, 10:00

La Reale Mutua Torino ’81 Iren torna in vasca contro il Crocera Stadium

Oggi, sabato 15 febbraio, alle ore 18.30, alla Piscina Monumentale

Andrea Maffè (foto di Carlo Rinaldi)

Andrea Maffè (foto di Carlo Rinaldi)

Dopo la bella vittoria in trasferta contro Sturla, la prima della stagione lontano dalla Piscina Monumentale, la Reale Mutua Torino ’81 Iren è pronta a tornare in vasca davanti ai propri tifosi e lo farà oggi, sabato 15 febbraio, alle ore 18.30. Ad attendere i ragazzi di coach Simone Aversa ci sarà il Crocera Stadium. I piemontesi con questo secondo successo consecutivo sono saliti a quota 12 punti in graduatoria, staccando momentaneamente la zona calda della classifica e avvicinandosi, invece, a quella più nobile. In questo momento ci sono tante squadre in pochi punti, di conseguenza diventerà fondamentale portare a casa il massimo da ogni sfida. I giallo-blu, infatti, hanno soltanto due lunghezze di vantaggio sui prossimi avversari (Crocera a quota 10 punti) e per evitare il sorpasso dovranno giocare un’altra grande gara.

“Sicuramente queste due ultime vittorie - esordisce Andrea Maffè - ci hanno dato un po’ più di sicurezza. Con il primo successo fuori casa, quello della scorsa settimana, abbiamo rotto il digiuno che ci portavamo dietro da inizio stagione. La gara di domani sarà molto importante perché il Crocera è una buona squadra, molto ordinata e composta da giocatori di livello. Servirà massima attenzione sotto tutti i punti di vista. I tre punti diventeranno fondamentali, anche in vista della difficilissima trasferta di Camogli della prossima settimana. Questa è la strada giusta, senza ombra di dubbio”.

“Il nostro inizio di stagione - prosegue il numero 5 - non è stato facile, anche per via anche del calendario che ci ha fatto scontrare squadre molto forti e in forma sin da subito. Gli stessi infortuni di alcuni giocatori più esperti sicuramente ci hanno un po’ penalizzato, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo. Queste, però, non devono essere scusanti, anche perché i ragazzi più giovani sono assolutamente all’altezza della categoria. Semplicemente con qualche defezione in meno avremmo potuto gestire meglio le energie di tutti. Da un po’ di tempo a questa parte, però, stiamo ingranando e mi auguro che la squadra sia consapevole dei propri mezzi. Il campionato di quest’anno, eccezion fatta per due o tre squadre che sono di un livello superiore, è molto combattuto. Il nostro obiettivo sarà quello di continuare a crescere, dimostrando tutto il nostro valore in vasca e provando a rendere difficile la vita a tutti i nostri avversari perché la Torino ’81 sono convinto che possa dire la sua anche quest’anno”.

 

 

G.R.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium