/ Sport acquatici

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport acquatici | 23 febbraio 2020, 11:58

La Reale Mutua Torino ’81 Iren non centra il poker di vittorie: a Camogli perde 12 a 8

Risultato che lascia un po’ di amaro in bocca ai giallo-blu perché probabilmente con qualche errore in meno in fase difensiva la partita avrebbe potuto prendere una direzione differente

La  Reale Mutua Torino ’81 Iren non centra il poker di vittorie: a Camogli perde 12 a 8

Si prospettava un match molto complesso all’orizzonte e così è stato. La Reale Mutua Torino ’81 Iren non riesce a centrare la quarta vittoria consecutiva e torna da Camogli con una sconfitta per 12-8. Si tratta, però, di un risultato che lascia un po’ di amaro in bocca ai giallo-blu perché probabilmente con qualche errore in meno in fase difensiva la partita avrebbe potuto prendere una direzione differente.

Ai fini del risultato finale si è rivelato decisivo il secondo parziale che ha visto i padroni di casa andare a segno quattro volte a differenza dei torinesi che sono stati autori di una sola rete. Camogli, dunque, con questa vittoria vola a quota 27 punti in classifica, creando un vero e proprio vortice con tutte le altre squadre del girone, e continua a rimanere a tre lunghezze di distanza da Metanopoli che ha letteralmente schiacciato Ancona.

La Torino ’81, dal canto suo, si è vista scavalcare soltanto da Bologna (vittoriosa su Bogliasco). Sarà proprio la compagine emiliana la prossima avversaria dei ragazzi di coach Simone Aversa nel prossimo week-end presso la Piscina Monumentale e sarà un match da non perdere. Tornando al match contro i liguri, sono andati a segno per i piemontesi Vuksanovic, autore di quattro reti, Audiberti e Novara con due gol ciascuno. Per la squadra di Temellini sono state quattro le marcature di Giacomo Cocchiere.

“Non siamo soddisfatti - dichiara coach Aversa - perché non abbiamo offerto la nostra miglior prestazione. Potevamo sicuramente essere più grintosi in un match così complicato. Abbiamo commesso troppe ingenuità e le abbiamo giustamente pagate a caro prezzo. A questi livelli non puoi permetterti di prendere gol dal centro e ne abbiamo presi due, abbiamo subìto un contropiede dopo una situazione di superiorità numerica a nostro favore e anche ciò non può accadere e per ben due volte sulla respinta del nostro portiere non siamo riusciti a proteggerlo dalla ribattuta. Da un punto di vista difensivo, dunque, la nostra gara è stata insufficiente. In attacco abbiamo fatto sicuramente meglio, ma non abbastanza. Non siamo riusciti a sfruttare al meglio situazioni di superiorità numeriche e ci siamo mossi poco sui pali. La nota positiva è che, nonostante un secondo periodo negativo, la squadra ha lottato fino alla fine cercando di recuperare lo svantaggio e questo è sicuramente un ottimo segnale tenendo in considerazione anche le tre assenze di Azzi, Loiacono e Scassellati e l’uscita anticipata dalla vasca di Maffè già nel terzo tempo per somma di falli. Sono altrettanto felice per la buona prova del nostro giovane classe 2005 Gabriele Ermondi che ha avuto la possibilità di fare qualche minuto durante il match e ha retto molto bene il gioco non facendo errori. Da lunedì torneremo a lavorare per preparare al meglio la gara di sabato prossimo contro il Bologna”.

R.N. CAMOGLI - REALE MUTUA TORINO ’81 IREN 12-8 (3-2, 4-1, 3-3, 2-2)

R.N. CAMOGLI: Gardella, Beggiato 2, Iaci 1, Rossi, Guidi 1, Cambiaso 1, Foti, Barabino, G. Cocchiere 4, Gatti 2, Licata, E. Cocchiere, Caliogna 1. Coach: Temellini.

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Federici, Cialdella, Ermondi, Maffè, Oggero, Audiberti 2, Vuksanovic 4, Capobianco, Ronco, Novara 2, Gattarossa, Costantini. Coach: Aversa.

ARBITRI: Boccia - Bensaia

NOTE: Superiorità numeriche: Camogli 2/12 + un rigore, Torino ’81 3/10 + un rigore.

Usciti per limite di falli Maffè (Torino ’81) nel terzo tempo, Licata (Camogli) e Cialdella (Torino ’81) nel quarto tempo.  
Spettatori 220 circa.



R.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium