/ Juve

Juve | 18 marzo 2020, 16:34

Coronavirus, Matuidi: "Ne usciremo più forti di prima". Rincon: "La salute prima di tutto"

Il francese, secondo giocatore della Juve positivo, invita all'ottimismo. Il venezuelano del Toro ammette che il pallone gli manca, "ma adesso le urgenze sono altre"

Coronavirus, Matuidi: "Ne usciremo più forti di prima". Rincon: "La salute prima di tutto"

Dopo Rugani, è toccato a Matuidi. Il francese, secondo giocatore della Juventus positivo al coronavirus, ha voluto usare parole di ottimismo su Instagram: "Amo pensare che sono positivo perché sono una persona che cerca di irradiare buone sensazioni attorno a sé, alla mia famiglia, ai miei amici ai miei compagni".

"Oggi resto positivo. Sono portatore asintomatico del virus, cosciente di avere il privilegio di essere un calciatore professionista e di beneficiare per questo motivo di un monitoraggio sanitario regolare e eccellente. Se non lo fossi stato, forse non avrei mai saputo di esserlo".

"Sono forte, il mio morale è alto come quello della mia famiglia - ha aggiunto il centrocampista bianconero - Sono positivo, usciremo collettivamente più forti da questa prova, che ci insegnerà a conoscerci meglio, a essere più solidali, più generosi, migliori. Ringrazio tutti voi per i vostri messaggi di amicizia e di sostegno. Sono positivo, ce la faremo", ha concluso Matuidi.

Dalla sponda bianconera a quella granata, con Tomàs Rincon che ha preso parte alla Webathon, la maratona social della Regione Piemonte per raccogliere fondi per gli ospedali per fronteggiare l'emergenza coronavirus. "Stiamo a casa e doniamo, così riusciremo a superare questo difficile momento", ha dichiarato il centrocampista venezuelano. "In questi giorni di emergenza stiamo imparando tutti ad apprezzare di più le nostre famiglie, comprendendo che possiamo trovare la felicità anche nelle piccole cose".

Per adesso ancora niente ripresa degli allenamenti al Filadelfia, i giocatori del Toro continuano ad allenarsi in casa: "Ogni giorno riceviamo il programma tra stretching, corsa e lavoro aerobico. Manca il pallone, ma per il momento viene prima la nostra salute. Ci arrangiamo come si può, l'importante è tenersi in forma".

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium