/ Calcio

Calcio | 24 marzo 2020, 08:00

IPOTESI NUOVO CALENDARIO - L'idea in Lega Pro: 3 maggio - 14 giugno

Dilettantismo nazionale alla finestra

IPOTESI NUOVO CALENDARIO - L'idea in Lega Pro: 3 maggio - 14 giugno

Prima la salute: non ci sono dubbi. Lo slittamento del Consiglio Federale Figc in programma ieri, 23 marzo, è l'ennesima conferma: non è ancora tempo per parlare concretamente della ripresa dei campionati.

Ci sono però delle idee e delle ipotesi. La Serie C è sensibile sull'argomento, dato che è stata la prima Lega italiana a sospendere e poi rinviare le partite dei gironi A e B, quelli in cui giocano le squadre dei territori più colpiti dall'emergenza Coronavirus. Naturalmente il dilettantismo potrebbe, e dovrebbe, adeguarsi a ruota sulla base delle decisioni ai piani superiori.

La Gazzetta dello Sport, in edicola ieri, ha azzardato un possibile piano per la ripresa, che non sarà agevole specie per i due raggruppamenti (gironi A e B) che si sono fermati a metà febbraio. I gironi A e B devono giocare 11 giornate (il C solo 8) e 6 recuperi, inoltre ci sono le finali di Coppa Italia, più i 10 turni dei playoff e 2 dei playout. Sarebbe quindi decisamente possibile terminare a luglio. Più agevole terminare il girone C con sole 8 gare in programma.

Ripartendo nel primo fine settimana di maggio (2-3 con la 31esima giornata, cioè da dove ci si è fermati), in due mesi e mezzo pieni si arriverebbe a completare tutto senza rinunciare a nulla. Il 6 e il 20 maggio si giocherebbe la doppia finale di Coppa Italia (Ternana-Juve U23), più i recuperi della 27esima giornata dei gironi A e B. Da quel momento in poi, i due gironi centro-settentrionali giocherebbero sempre ogni mercoledì e domenica, mentre per il girone C sarebbe in programma un solo turno infrasettimanale, il 10 giugno, quando tutti e tre i gironi celebrerebbero il penultimo turno. Ultima giornata il 14 giugno, coi playoff che inizierebbero tre giorni dopo (17 giugno) con il primo turno, e via via a ritmo forsennato. I playout verrebbero incastonati il 21 e 28 giugno.

Ripetiamo: idee, ipotesi, ma tutto ciò troverebbe modo di attuarsi anche nel dilettantismo, dove prende sempre più piede la possibilità di restare fermi ancora tutto aprile, per poi utilizzare maggio e giugno al massimo delle possibilità. 

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium