/ 

Che tempo fa

Rubriche

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

| venerdì 21 aprile 2017, 07:27

Champions: la Juventus aspetta la sua avversaria

Alle 12 il sorteggio a Nyon: Real Madrid, Atlético Madrid e Monaco, conosciamo le possibili avversarie

Nessuna paura, perché questa Juventus non deve temere nessuno. I tifosi bianconeri dovranno vedere il sorteggio della semifinale di Champions League, che si svolgerà a Nyon alle 12, con grande tranquillità, anzi dovranno quasi goderselo. Nessun avversario presente nell’urna, infatti, può spaventare la squadra di Allegri, che ha il dovere di rispettare tutti, ovvio, ma allo stesso tempo ha anche la consapevolezza di non essere inferiore a nessuno. In fin dei conti, prima del sorteggio dei quarti di finale, erano due le squadre che si volevano evitare a ogni costo: Barcellona e Bayern Monaco. La prima è finita proprio accoppiata alla Juventus e tutti sappiamo com’è andata, la seconda è caduta contro il Real Madrid sotto i colpi di un arbitraggio a dir poco negativo. Ovviamente i Blancos, sulla carta, sono l’avversario più temibile, ma dall’altra parte, a questo punto del torneo, una squadra vale l’altra, ognuna di queste ha i mezzi per mettere in difficoltà i bianconeri, ma anche alcuni punti deboli. Conosciamole meglio.

REAL MADRID *****
Ovviamente la squadra di Zidane è la più pericolosa tra le avversarie. Nei turni precedenti ha eliminato Napoli e Bayern Monaco, dimostrandosi squadra dalle mille risorse. Contro i partenopei, i madrileni non hanno entusiasmato dal punto di vista del gioco, hanno anche corso numerosi rischi in fase difensiva, facendo però soffrire moltissimo i partenopei con la propria circolazione di palla veloce. In quell’occasione, però, per eliminare il Napoli, al Real Madrid sono servite una sorprendente rete di Casemiro all’andata e la clamorosa doppietta di Ramos al San Paolo, dopo aver corso numerosi rischi. Nella sfida di ritorno, arbitraggio a parte, ha invece brillato la stella di Cristiano Ronaldo, che sogna un altro pallone d’oro. La Juventus dovrà ancora una volta essere un muro difensivo, perché il gol verrà da sé, giudicati i problemi cronici della difesa del Real Madrid. I Blancos hanno sempre subito gol in questa Champions (15 in 10 partite) e in assoluto sono riusciti a tenere la propria rete imbattuta soltanto in 3 delle ultime 22 gare disputate tra Liga, Coppa del Re e Champions League. Higuain e Dybala sono pronti.

ATLETICO MADRID ****
Due finali perse nelle ultime tre stagioni. La vita dei colchoneros non deve essere certo facile, avendo già perso due volte la massima competizione europea contro i propri cugini del Real e in entrambe le occasioni dopo aver assaporato la vittoria. La squadra di Simeone sta vivendo una stagione al di sotto delle aspettative, eppure ancora una volta è arrivata tra le big four, aiutata anche da sorteggi fortunosi negli ottavi e nei quarti di finale. Eppure coloro che stanno già celebrando il funerale dei Colchoneros dovrebbero guardare con attenzione i risultati dell’ultimo periodo. La squadra di Simeone, infatti, pur ormai fuori dai giochi per il titolo, si è ripresa il terzo posto della classifica, dopo un periodo di gennaio e inizio febbraio molto difficile nel quale ha compromesso la stagione. Gli spagnoli vengono da 11 risultati consecutivi (7 vittorie), nelle quali sono riusciti a mantenere la porta inviolata in sette occasioni. La Juventus sembra stare meglio, ma dall’altra parte potrebbe soffrire una squadra che concede pochi spazi come quella spagnola.

MONACO ***
I monegaschi sono la grande sorpresa di questa Champions League e hanno utilizzato al meglio gli stretti rapporti con Jorge Mendez (agente di Mourinho), uno dei burattinai del calcio mondiale, capace di far muovere numerose pedine. La squadra è ricca di talento in ogni reparto e soprattutto molto giovane. Bernardo Silva era la stella alla vigilia della stagione, ha confermato tutte le sue grandi qualità, ma a far la differenza è stato il ritorno di Falcao, che ha ricominciato a segnare con continuità, facendo sognare oltre i tifosi del Monaco, che non l’hanno mai visto al meglio da quel maledetto infortunio in Coppa di Francia, anche quelli della Colombia. Al bomber colombiano aggiungiamoci, poi, il diciottenne Mbappè, del quale probabilmente si parlerà per tantissimi anni. In difesa spicca Glik, la cui presenza scatenerebbe un’aria da derby nei tifosi con i tifosi Torino. La lista dei talenti è lunga, perché ai nominati vanno aggiunti anche Fabinho, Sidibé, Bakayoko e Lemar. Tanta roba, soprattutto messa in mano a un tecnico bravissimo come Jardim, capace, quando mancano poche giornate dalla fine della Ligue 1, di essere ancora in testa al campionato davanti a quel PSG che ha speso molto di più ed è affidato al molto pubblicizzato Emery. Il Monaco ha vinto 11 delle ultime 12 partite, cadendo soltanto contro il PSG. La poca esperienza ad alto livello di alcuni giocatori potrebbe fare la differenza, sommata anche alle amnesie difensive. Non dimentichiamoci poi che la difesa juventina ha appena annullato Messi, Suarez e Neymar, quindi può ripetersi con Falcao e Mbappè. Attenzione però all’entusiasmo dei monegaschi, che non hanno nulla da perdere e stanno volando sulle ali dell’entusiasmo. Inoltre la Juventus dovrà stare attenta alle loro ripartenze in velocità.  

G.C.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore