/ 

Che tempo fa

Rubriche

Cerca nel web

| martedì 13 febbraio 2018, 16:32

4 record ai Campionati Regionali Invernali Master di nuoto

La manifestazione in vasca corta inserita nel Circuito Supermasters ha vissuto la sua due giorni di gare al Palazzo del Nuoto di Torino. Il record di simpatia e goliardia è invece andato a Gabriele Bossi, Angelo Foti, Giordano Artioli e Carlo Alberto Brisone, componenti della 4x50 mista

Due record del mondo e due record italiani, nell'atmosfera di allegria e divertimento che contraddistingue il movimento master di nuoto, hanno reso speciale l'edizione 2018 dei Campionati Regionali Invernali Master, manifestazione in vasca corta inserita nel Circuito Supermasters. Due giorni di gare al Palazzo del Nuoto di Torino, che da sabato mattina a ieri sera ha accolto tra le sue corsie circa 500 atleti in rappresentanza di 46 società di Piemonte e Valle d'Aosta e di molte alte regioni d'Italia. È stato un atleta della Lombardia, tesserato per la Brescia Acquarè Mafeco, a stabilire in un colpo solo i due record del mondo. Stiamo parlando di Fabio Calmasini, classe 1968 e pertanto inserito nella categoria M50, nuovo primatista mondiale degli 800 e dei 1500 stile libero. Nella gara sulle 60 vasche Fabio ha chiuso in 16'25''96, migliorando di 7 secondi abbondanti il precedente record appartenente allo statunitense Jim McConica (16'33''02). Non solo, con un passaggio in 8'43''14 agli 800 metri ha battuto lo stesso McConica (8'44''51) nelle classifiche all time sulla distanza. A livello nazionale, nella categoria M50 Calmasini deteneva già i record dei 200 e dei 400 stile libero e con le prestazioni del week end ha superato Luca Di Iacovo. Da segnalare, infine, che nella categoria M45 Calmasini è primatista italiano in tutte le distanze dai 200 ai 1500 stile libero.

Due nuotatori tesserati per società piemontesi hanno invece stabilito altrettanti record italiani. Roberto Gallimbeni, classe 1958 dell'Aquatica Torino, originario di Milano ma da molti anni residente in Piemonte, ha riscritto il record M60 dei 50 dorso nuotando in 33''14. Il migliore azzurro prima di lui era Claudio Tomasi, con il tempo di 33''38. L'anno scorso ai Campionati Italiani Master disputati a Riccione Roberto aveva vinto i 50 dorso nella categoria M55, ma con un tempo superiore a quello nuotato nel fine settimana.

L'altro record nazionale è firmato da Giorgio Perondini, nato a Venezia nel 1937 ma da decenni residente a Torino, nuotatore azzurro alle Olimpiadi di Melbourne 1956 e Roma 1960, oggi portacolori della Sisport Spa; uno degli atleti più esperti iscritti al Campionato Regionale. Giorgio ha chiuso i 50 stile libero M80 in 35''62, migliorando di 8 centesimi il primato di Celio Brunelleschi. Da ricordare che nel 2017 Giorgio Perondini ha vinto Mondiali e World Masters Games (categoria 80-84) proprio nei 50 stile libero, mentre detiene un altro record italiano di categoria nei 50 dorso.

Il record di simpatia e goliardia è invece andato a Gabriele Bossi, Angelo Foti, Giordano Artioli e Carlo Alberto Brisone, componenti della 4x50 mista – categoria M120 – dello Swimming Club Alessandria, che si sono presentati ai blocchi di partenza della staffetta con un costume “integrale” dei soldati imperiali di Guerre Stellari, accompagnati peraltro dalla colonna sonora della celebre saga. “Due anni fa ai Campionati Italiani ci eravamo travestiti da Avengers” hanno raccontato, “quest'anno però non siamo sicuri di partecipare ai Nazionali così, anche approfittando di questi giorni di Carnevale, abbiamo pensato di presentarci ai Regionali con i costumi di Star Wars, tema che naturalmente va di moda in questo periodo”.

Due anni fa a Riccione i quattro amici avevano tolto la tuta prima di buttarsi in acqua, ieri si sono invece tuffati con tutto il travestimento – eccezion fatta per la maschera – incorrendo in un'inevitabile squalifica. “Certo non è un vestito adatto a una piscina” hanno scherzato, “imbarca acqua e fa sentire ancora più caldo sul bordo vasca”. A completare la coreografia anche quattro pistole ad acqua, per simulare i fulminatori utilizzati dai personaggi del film. Gabriele, classe 1988, Angelo, classe 1975, Giordano, classe 1980 e Carlo Alberto, classe 1976, sono ex nuotatori agonisti, che dopo un periodo di pausa hanno riscoperto la passione di sempre per il nuoto, tornando in piscina “ma solo per uscire poi a mangiare tutti insieme”. Continueranno ad allenarsi, ovviamente pensando al prossimo travestimento.

 Ai Campionati Regionali Invernali Master hanno partecipato atleti di tutte le categorie da under 25 (con classifica a parte) a M85. L'unica rappresentante di quest'ultima categoria è stata Maria Marrazzo, classe 1932 e tesserata per la Sa-Fa 2000 Torino. Tra i veterani da citare anche Elios Rissone (Derthona Nuoto), classe 1934, Mario Augusto Tiberi (OASI Laura Vicuna), classe 1937, e Benito Mattera (Swimming Club Alessandria), classe 1938.

Sul podio delle classifiche per società, infine, sono salite Aquatica Torino, Derthona Nuoto e Libertas Nuoto Chivasso. “Sono stati due intensi giorni di gare” conclude Piercarlo Bogetti, Consigliere FIN Piemonte e Valle d'Aosta con delega al settore Master, “abbiamo assistito a ottime prestazioni e in generale penso che sia stato un fine settimana piacevole per tutti gli atleti iscritti al Campionato. Anche a nome del Comitato Regionale desidero ringraziare gli atleti e le loro società per aver partecipato in massa e per aver contribuito alla perfetta riuscita della manifestazione”.

Risultati completi a questo link

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore