/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| giovedì 11 ottobre 2018, 15:03

La Festa del Cross 2019 attracca in Piemonte

Il Parco della Mandria di Venaria Reale sarà la cornice della Festa del Cross 2019 sabato 9 e domenica 10 marzo. Un evento con oltre 2000 atleti in rappresentanza di oltre 280 club da tutta Italia

Chiappero, Giomi, Boaglio e Ferraris

Chiappero, Giomi, Boaglio e Ferraris

Ora è ufficiale e la data è da cerchiare in rosso sul calendario per tutti gli appassionati di atletica leggera. L’appuntamento è di quelli da non perdere. Il Parco Regionale della Mandria di Venaria, alle porte di Torino, ospiterà la Festa del Cross 2019 sabato 9 e domenica 10 marzo.

Il legame tra il Piemonte e la corsa campestre è ben radicato nella storia, passata e recentissima, dell’atletica. A Gubbio, nell’edizione 2018, la nostra regione ha dominato dal punto di vista agonistico conquistando nell’ordine: titolo individuale cadetti e cadette (Under 16) con Teshale Zanchetta e Greta Michieli, titolo individuale juniores maschile con Pietro Arese, titolo assoluto femminile con Martina Merlo; e poi ancora il titolo per regioni a squadre u16, e il titolo di società assoluto e promesse femminile con il CUS Torino che conquista il pass per la Coppa Europa per club.

Se invece andiamo più indietro nel tempo, la storia del cross ci racconta di come Torino e dintorni hanno ospitato più volte i campionati italiani individuali assoluti (uomini: 1911 – 1925 – 1927 – 1931; donne: 1946 – 1949 – 1956; uomini e donne: 1987) e di società (1972 a Torino, 1981 a Vinovo (TO), 1999 a Venaria Reale (TO), 2010 a Volpiano (TO). E, dulcis in fundo, nel 1997 il Parco del Valentino, polmone verde nel cuore della città, ospitò i Campionati Mondiali proprio nel mese di marzo.

Quello che il Parco della Mandria si appresta ad ospitare sarà un vero e proprio evento. Oltre 2000 gli atleti attesi, in rappresentanza di oltre 280 club da tutta Italia, che si disputeranno gli 8 titoli nazionali in palio (4 maschili e 4 femminili) nelle diverse categorie (assoluti, promesse, juniores e allievi) e altrettanti di club (combinata, assoluti, juniores, allievi) oltre alle competizioni riservate ai cadetti (individuali e per regioni, compresa la combinata) suddivisi nelle 21 rappresentative regionali. In palio, nella giornata di sabato, anche i titoli di staffetta, assoluti e master. Un evento che la FIDAL ha classificato nella categoria Diamond, vale a dire tra le manifestazioni fiore all’occhiello del movimento nazionale.

Il percorso è stato realizzato all’interno del Parco della Mandria, nell’area di Borgo Castello, sede di gestione dei Parchi Reali, a circa 1500 metri dall’ingresso della Reggia di Venaria. È un circuito, permanente per tutto il periodo invernale molto tecnico e spettacolare, con la peculiarità unica di porre riferimenti ogni 100 metri lungo uno sviluppo di 2km. Il parco è un’area naturale protetta situata tra i torrenti Stura di Lanzo e Ceronda; grazie al lungo muro di cinta (circa 30km) fatto costruire a metà ‘800 dal re Vittorio Emanuele II, con i suoi circa 3.000 ettari di superficie è il più grande parco cintato d’Europa.

Il muro venne eretto per proteggere gli appartamenti reali che Vittorio Emanuele fece costruire all’interno del parco, destinati alla moglie morganatica Rosa Vercellana (la Bela Rosin) e alla famiglia che costituì con lei. Il Castello della Mandria è stato definito dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità e, in occasione dell’EXPO 1961 ospitò la Regina Elisabetta II d’Inghilterra in visita in Italia. Nel 1976 la tenuta venne venduta alla Regione Piemonte che, nel 1978, la istituì in parco, uno dei primi parchi regionali in Italia.

Un parco a vocazione sportiva (equitazione, tiro con l’arco, mountain bike, golf), nel quale sono stati realizzati percorsi, misurati e omologati di 4 – 10 – 15 km per la corsa. È inoltre in fase di progettazione una pista di atletica regolamentare con una specifica unica per l’Europa e cioè il fondo in erba, caratteristica eccellente per prevenire gli infortuni e per la riabilitazione.

L’assegnazione della Festa del Cross è certamente un’occasione per rilanciare il parco e la sua storia in tutta Italia: ma, al tempo stesso, la cornice del Parco della Mandria e della Reggia di Venaria sono pronti a diventare un’ottima cartolina per la promozione della corsa campestre nazionale anche oltre confine.

Entusiasta la campionessa italiana in carica, la torinese Martina Merlo, per l’opportunità di difendere il proprio titolo in casa, davanti al suo pubblico: “Il solo pensiero mi elettrizza. Non vedo l'ora che arrivi quel giorno. Mi auguro che il pubblico sarà caldo e numeroso perché noi atleti sicuramente ci daremo battaglia sul campo!!!! Io e il mio allenatore Gianni Crepaldi lavoreremo tanto e bene per arrivare a quell'appuntamento nella condizione migliore al fine di poterci giocare nuovamente il titolo italiano”.

FIDAL Piemonte, promotrice della candidatura insieme alla Regione Piemonte e ai Parchi Reali, esprime soddisfazione attraverso le parole della Presidente Rosa Maria Boaglio: “E’ una grande gioia per il nostro Comitato. Ci impegneremo al massimo per offrire agli atleti, ai tecnici, agli addetti ai lavori e agli spettatori un’accoglienza all’altezza di un evento così importante come la Festa del Cross. La location non ha bisogno di presentazioni, ma sono sicura che chi ancora non conoscesse la Reggia di Venaria e il parco ne resterà affascinato”.

Sulla stessa linea la Regione Piemonte, come si evince dalle parole dell’Assessore allo Sport Giovanni Maria Ferraris: “Sarà una grande festa dell’atletica, che conferma la passione sportiva del Piemonte. Avremo una importante ricaduta in termini di immagine, promozione e turismo sportivo. La Mandria è un luogo eccezionale per l’outdoor, ideale anche come centro di addestramento federale. Un grazie sincero a tutta la squadra piemontese: abbiamo lavorato in modo fantastico per ottenere questo prezioso risultato! Adesso però dobbiamo concentrarci sull’evento, perché il meglio deve ancora venire …”.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore