/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| domenica 02 dicembre 2018, 12:02

A Madrid è difficile dimenticare il re. E CR7 fa vendere ancora le sue magliette: della Juve

Letteralmente cancellato dai negozi ufficiosi del Real, il portoghese domina ancora nelle bancarelle e nei negozi di souvenir con la sua nuova divisa bianconera

A Madrid è difficile dimenticare il re. E CR7 fa vendere ancora le sue magliette: della Juve

Uno può anche provare a cancellarlo dalla memoria, dimenticarlo, nasconderlo e buttare i suoi ricordi in uno scatolone in cantina. Ma a Madrid è difficile dimenticare il Re. Non quello del Palazzo Reale, ma il portoghese che per un decennio ha avuto il suo trono al Santiago Bernabeu, dominando la Spagna e, da lì, l'Europa e il mondo.

Eppure Cristiano Ronaldo, nonostante il suo clamoroso trasferimento a Torino in maglia Juventus, riesce ancora a far vendere le sue magliette nella capitale iberica. Non negli shop ufficiali del Real, ovviamente, dove la Casa Blanca espone in bella mostra le divise di chiunque (Bale, Modric, Benzema, Ramos, Marcelo..) ma ovviamente non più quella del "traditore". CR7 però impone la sua presenza nei negozi per turisti e nelle bancarelle. Lì accanto alle maglie dei padroni di casa (e dei cugini dell'Atletico, con Griezmann in testa), spunta addirittura quella del nemico giurato Leo Messi. E poi lui, con l'inconfondibile 7 e il nome Ronaldo a far da cornice.

La maglietta, ovviamente, è quella bianconera della Vecchia Signora. Ma il marketing comanda anche sul cuore, da queste parti. E Ronaldo è ancora una pietanza troppe prelibata sul menù di Madrid per potervi rinunciare.

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore