/ Tennis

Tennis | 05 marzo 2020, 10:00

Esordi vincenti per Lavagno e Tomasetto all’Open BNL del Green Park di Rivoli

Oggi proseguono gli incontri in avvicinamento alle fasi finali del fine settimana

Il torinese Edoardo Lavagno

Il torinese Edoardo Lavagno

Entra sempre più nel vivo l’Open BNL del Green Park di Rivoli, torneo che assegna due posti nel singolare delle prequalificazioni degli Internazionali d’Italia 2020, uno al tandem che vincerà il doppio, e per la seconda stagione consecutiva ha quale teatro i campi del circolo rivolese. Oggi hanno fatto il proprio esordio in tabellone, tra gli altri, le prime due teste di serie, ovvero i torinesi Edoardo Lavagno, finalista nel 2019, e Luca Tomasetto, compagni di allenamenti e da questa stagione anche di squadra (serie B) ai Ronchiverdi, seguiti da coach Laurent Bondaz. Tomasetto ha piegato in due set il braidese Nicola Cigna (2.4), la scorsa stagione vincitore del tabellone più importante della Racchetta d’Oro, sigillando il testa a testa con lo score di 6-3 6-1.

Edoardo Lavagno, nel pomeriggio di ieri, ha piegato il 2.4 Marco Corino per 6-2 6-4: “Un match controllato – ha precisato Bondaz – nel quale Edoardo ha spinto quando doveva. Era il primo incontro ufficiale della stagione nel complesso siamo soddisfatti. Stesso discorso per Tomasetto”. La sorpresa di giornata era arrivata in apertura con il bel successo, in rimonta per 2-6 6-4 6-2, di un altro torinese, Stefano Reitano, 2.4, contro il lombardo Federico Arnaboldi (2.2), cugino del più conosciuto Andrea. Facili le vittorie di altri due giocatori accreditati dei favori del pronostico e della qualifica di teste di serie, ovvero il 2.2 novarese Giovanni Fonio, in stagione già a segno in un 15.000 $ ITF (primo titolo in carriera da professionista) e Pietro Rondoni, 2.2 classe 1993.ì, entrambi tra i migliori 600 giocatori del mondo. Fonio ha superato per 6-3 6-2 uno dei tennisti di casa, il 2.4 Matteo Rosingana. Per Rondoni il passaggio agli ottavi di finale ha preso le forme dell’affermazione sul 2.3 Alberto Bagarello (6-3 6-1).

Vittorioso anche il toscano Maccari, per 6-2 6-3 su Borroni. Già negli ottavi altri protagonisti, a causa dei forfait dei rispettivi avversari. Edoardo Zanada approfittando di quello di Alessandro Petrone; Christian Felline, a causa di quello di Filippo Moroni; del qualificato Terenziani che ha “incassato” il forfait dell’acquese Edoardo Eremin, già top 300 in carriera. Nella parte centrale della giornata sono saliti allo step successivo del torneo il 2.3 Dragoni, autore della vittoria contro il pari classifica Rizzuti, fissata sul 7-6 6-2 e Tommaso Roggero, torinese figlio d’arte classificato 2,3 che ha stoppato la corsa di Manfred Fellin per 6-4 6-1. Molto combattuta la sfida tra il 2.3 del Park Genova Alessandro Cappellini e l’esperto casalese Marco Bella, stessa classifica nazionale. Ha vinto il primo ma al termine di una lotta di campo chiusa 2-6 6-2 6-4.

Oggi proseguono gli incontri in avvicinamento alle fasi finali del fine settimana. 

M-B.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium