/ Calcio

Calcio | 13 maggio 2020, 17:57

La FIGC si piega al protocollo voluto dal Comitato Tecnico Scientifico del Governo: gli allenamenti collettivi del calcio ripartono

E il campionato? L’Assemblea di Lega di Serie A vota la ripartenza il 13 giugno, ma in ossequio alle decisioni del Governo e in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori. Come dire tutto ed il contrario di tutto

La FIGC si piega al protocollo voluto dal Comitato Tecnico Scientifico del Governo: gli allenamenti collettivi del calcio ripartono

L'Assemblea della Lega Serie A si è riunita oggi con tutte le Società presenti e collegate in video conferenza. La Lega Serie A ribadisce, nel rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi 2018-2021, la necessità del rispetto delle scadenze di pagamento previste dai contratti per mantenere con gli stessi un rapporto costruttivo. Per quanto riguarda la ripresa dell'attività sportiva è stata indicata, in ossequio alle decisioni del Governo e in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori, la data del 13 giugno per la ripresa del campionato. L'Assemblea ha inoltre indicato il dottor Nanni della Società Bologna per rappresentare nella Commissione medico scientifica della Figc le istanze delle Società, che saranno previamente informate in sede assembleare”.

E’ la breve nota emessa oggi, al termine del G20 del mondo del calcio italiano, andato in scena oggi nella sede della Lega Calcio di Serie A, che ha visto la data del 13 giugno come quella dell’eventuale ripartenza – si noti la delicatezza quasi ruffiana di quel “in ossequio alle decisioni del Governo e in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori” - votata dalla larga maggioranza dei club, perchè oltre alla maratona legata alle 12 gare di Serie A permetterebbe anche di completare le gare restanti di Coppa Italia (semifinali di ritorno e finale)-

Dal ministro dello Sport Vincenzo Spadafora – impegnato a bissare alla Camera dei Deputati l’informativa mattutina al Senato è giunto l’ok agli allenamenti collettivi dal 18 maggio. Spadafora ha poi dato l’atteso annuncio: "Pochi minuti fa ho ricevuto una lettera del presidente federale Gravina, in cui mi ha reso noto che la Figc ha accolto tutte osservazioni del Comitato Tecnico Scientifico, riadattando il protocollo consentendo senza altre difficoltà di riprendere gli allenamenti dal 18 maggio".

A questo punto, per rivedere in campo i nostri eroi pallonari, serve un po’ di fortuna: che la curva dei nuovi contagi non riprenda a salire e che nessun giocatore o membro dello staff di ciascuna squadra non abbia a risultare positivo anche ad uno soltanto dei tanti tamponi cui verrà sottoposto.

Perché sennò sarebbe la fine.

Walter Alberto

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium