/ Toro

Toro | 21 maggio 2020, 09:30

Addio a Ermanno Eandi, il poeta granata

Si è spento a soli 56 anni un uomo colto e raffinato, che si era fatto apprezzare da tutto il mondo Toro (e non solo)

Addio a Ermanno Eandi, il poeta granata

Amava dire che era malato di Toro, ma purtroppo il suo amore per i colori granata non è stato eterno, anzi. A soli 56 anni, causa un malore improvviso, si è spento Ermanno Eandi, conosciuto da tutti come il poeta granata.

Un uomo colto e raffinato, dall'animo sensibile, che con il suo garbo e la poesia allietava le serate di molti Toro, Club, in occasione delle serate e delle cene da loro organizzate. Leggeva passi storici, ma talvolta andava a braccio, improvvisava sul momento, magari su spunto di qualche presente. Dando spesso spazio al Toro nelle sue poesie.

Un amore, quello per i colori granata, che lo aveva portato a scrivere della sua squadra del cuore anche per quotidiani nazionali, oltre che per Toronews, il primo sito dedicato ad una squadra di calcio, nato quindici anni fa. Viveva la sua vita in modo leggero, amava il buon cibo e le belle donne, il suo garbo era apprezzato e riconosciuto anche da chi granata non era.

Prova ne sia la sua presenza a Pontremoli, nel giugno del 2005, in occasione della prima edizione del Festival del Libro Sportivo: Eandi deliziò tutti con le sue parole e con la poesia. Adesso, che se ne è andato troppo presto, al Toro mancherà uno dei suoi cantori, certamente quello più raffinato, che strappava applausi e consensi anche durante le sue comparsate al Salone del Libro, dove faceva capolino da anni.

Ciao Ermanno, buon viaggio, ora le tue poesie le continuerai a scrivere da lassù.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium