/ Toro

Toro | 08 giugno 2020, 15:00

Continua la moria di infortunati nel Toro: k.o, anche Verdi, si prospetta un lungo stop

Lesione di primo grado al retto femorale sinistro per l'ex napoletano: per lui il campionato potrebbe essere già finito prima ancora di ricominciare

L'abbraccio dei compagni a Simone Verdi dopo il gol contro la Samp, la sua unica gioia in granata

L'abbraccio dei compagni a Simone Verdi dopo il gol contro la Samp, la sua unica gioia in granata

Il primo allenamento della seconda settimana di giugno per il Toro ha portato in dote un altro infortunio pesante. Dopo il k.o. di Baselli, operato stamani e fuori per almeno cinque mesi, aseguito della lesione ai legamenti, la squadra granata perde anche il pezzo pregiato del suo ultimo mercato estivo (e la più grande delusione della stagione), Simone Verdi.

L'ex napoletano, fermatosi per un forte dolore durante la seduta, ha riportato una lesione di primo grado al retto femorale sinistro. L'attaccante, dopo gli esami strumentali di oggi, verrà rivalutato la prossima settimana con una nuova ecografia. Ma in casi del genere, la prognosi minima è di 30-40 giorni: insomma, il suo campionato potrebbe essere già finito prima ancora di essere ricominciato.

Un bel problema per il tecnico Longo, già alle prese con una rosa ridotta ai minimi termini e con le non perfette condizioni di Ansaldi e Meite, anche se ques'ultimo è tornato finalmente ad allenarsi col gruppo, dopo il lavoro personalizzato degli ultimi giorni.

Intanto, nella mattinata, presso la Clinica Toniolo di Bologna, Daniele Baselli è stato operato al ginocchio destro dal professor Stefano Zaffagnini, in presenza dello staff medico granata. L'intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro è perfettamente riuscito.

Tra circa due settimane il centrocampista potrà iniziare la rieducazione e per novembre potrebbe fare il suo ritorno in campo.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium