/ Atletica

Atletica | 09 giugno 2020, 10:00

Medici, infermieri e ricercatori hanno continuato a correre per l’Istituto di Candiolo: ora tocca a noi

Dopo vent’anni la Stracandiolo 2020 si trasforma in una virtual Run in edizione speciale

Medici, infermieri e ricercatori hanno continuato a correre per l’Istituto di Candiolo: ora tocca a noi

Dal 1999 la Stracandiolo richiama, nel mese di giugno, numerosi runner e amatori dal tutto il Piemonte. È ormai divenuta una classica del calendario FIDAL e durante quella giornata, l’Istituto di Candiolo diviene storicamente luogo di solidarietà, passione sportiva e allegria.

La 21esima edizione si sarebbe dovuta svolgere domenica 7 giugno, ma a seguito dell’emergenza Covid-19, la classica 8 km non potrà avere luogo. Nasce quindi la Stracandiolo Virtual Run, grazie anche al supporto di Team Marathon, nostro ormai consolidato partner e Unicredit spa.

Dal 5 giugno tutti possono iscriversi attraverso la pagina dedicata all’evento StraCandiolo sul sito www.teamarathon.it.

Basterà compilare il modulo di iscrizione e scegliere una delle quattro possibilità di donazione proposte.

La donazione minima richiesta per l’iscrizione è di 5 euro e ognuno potrà decidere di devolvere quanto desidera a favore delle attività di ricerca e cura dell’Istituto di Candiolo-IRCCS.

Da venerdì 26 giugno a domenica 28 giugno tutti potranno partecipare alla Stracandiolo Virtual Run correndo outdoor o sul tapis roulant le tradizionali tre distanze proposte: 1km, 5km e 8km.

Per poter rendere più avvincente e interessante l’evento, ognuno dovrà postare una propria testimonianza attraverso foto/video da inviare via messenger di facebook - www.facebook.com/TorinoIsFaster/ - o via mail all’indirizzo stracandiolo@teamarathon.it personalizzando il video con  il messaggio vocale: “

«Io Corro la #stracandiolo2020, la ricerca non si ferma, sostienila anche tu!».

Dal 30 giugno tutti gli iscritti potranno scaricare un attestato di partecipazione personalizzato direttamente dal sito www.teamarathon.it .

Da quando è iniziata l’emergenza Coronavirus, medici, infermieri, tecnici e ricercatori dell’Istituto di Candiolo  sono impegnati con ancora maggior dedizione e intensità a favore dei pazienti oncologici.

Un grande sforzo che permette al Centro di essere in prima linea in questi giorni particolarmente difficili, fornendo tutte le cure indispensabili ai pazienti oncologici con ancora maggior attenzione e dedizione, e di garantire il supporto necessario per aiutare il sistema sanitario della Regione Piemonte a fronteggiare questa difficile emergenza.

In pochi giorni all’istituto di Candiolo è stato creato un laboratorio per l’analisi dei tamponi utili a individuare il Covid-19, e sono stati realizzati nuovi posti letto finalizzati a ospitare i pazienti oncologici provenienti da altri istituti del territorio e del nostro Paese.

Tutti insieme, sempre!

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium